Oculus Rift : Video Trailer, Immagini e Recensione

Pubblicato da: x0xShinobix0x- il: 11-07-2013 15:47 Aggiornato il: 11-07-2013 16:07

oculus rift

Oggi vogliamo portarvi nel futuro dei videogiochi, attraverso un viaggio emozionante in compagnia degli Oculus Rift, il nuovo visore del Team Oculus che immerge i giocatori completamente, nell’atmosfera di gioco, trasformandoli in protagonisti.

Il futuro dei videogiochi

A distanza di mesi o dovremmo dire anni di sviluppo, gli Oculus Rift sono giunti finalmente nella versione per sviluppatori, attualmente acquistabile presso il sito web ufficiale per un costo pari a 300 dollari (dogana esclusa). In questo articolo o dovremmo dire recensione, vogliamo condividere con voi tutti i dettagli con tanto di video e foto.

All’interno del pacchetto per sviluppatori, troviamo il visore, 3 paia di lenti differenti, l’alimentatore, i cavi video HDMI e DVI e l’adattatore per una presa di corrente a 220V.  L’Oculus Rift, è un visore di realtà virtuale con campo visivo di 90 gradi in orizzontale e 110 in verticale, dando la sensazione al giocatore una volta indossati, di trovarsi all’interno del gioco e di esserne i protagonisti. E’ possibile visualizzare i bordi del display solo se con gli occhi si guardano gli angoli, ma se si è focalizzati con lo sguardo al centro di esso, la mente è in grado di dare la sensazione all’utente di trovarsi negli spazi aperti presenti nel gioco, un esperienza straordinaria.

Head Tracking : Addio allo stick analogico

Il visore non è stato solo progettato per permettere all’utente di abbandonare il televisore, di avere quindi una visuale davvero molto ampia, ma anche di avere una maggiore interattività nei videogiochi, attraverso lo spostamento della telecamera che avviene con il movimento della propria testa. Ebbene si, non sarà più l’analogico a gestire la telecamera, bensi la propria testa.  Il display da  7 pollici, vanta di una risoluzione pari a 1280 x 800 con 221 PPI. Ogni singolo occhio avrà una risoluzione di 640 x 800 , molto bassa se paragonata alla tecnologia attuale. La prima cosa che si nota quando si testa questo fantastico dispositivo è proprio la bassa risoluzione e la distanza fra i pixel, ma essendo un prototipo quello di cui stiamo parlando ora, potrebbe anzi sicuramente migliorerà con il tempo e la versione definitiva sarà totalmente differente.

Per ora non è stato ancora annunciato il periodo di lancio del visore, noi di gamerbrain cosi come tutti gli altri consumatori e giocatori, ci auguriamo che avvenga entro e non oltre il 2014. Si vocifera che la versione definitiva avrà una risoluzione di 1920 x 1080 circa 960 x 1080 pixel per ogni singolo occhio.   Come vi abbiamo detto in precedenza, all’interno del bundle troverete 3 paia di lenti differenti, una adatta a coloro che soffrono di Miopia, un altra per gli Astigmatici e l’ultima per correggere altre forme di disturbo. In questo modo chiunque anche con problemi alla vista, potrà indossargli e giocare, vedendo le immagini correttamente come se indossasse gli occhiali, il che è davvero straordinario.  La prima volta che si indossano gli Oculus Rift, si è soggetti alla regolazione del campo visivo come accade con il Kinect o con ogni nuova periferica. Bisognerà quindi scegliere la lente adatta alla propria vista, regolare le impostazioni e poi si è subito pronti per giocare.

La periferica, vanta dei comodi regolatori che permettono di gestire la messa a fuoco.

Un viaggio nella Toscana virtuale

Configurata e connessa la periferica o per meglio dire il visore, ci catapultiamo nella toscana virtuale ideata dal team Oculus, una versione dimostrativa scaricabile dal sito degli sviluppatori. Nella demo che gira esclusivamente su PC si ha la possibilità di esplorare un’abitazione in montagna, tipica della toscana il che ricorda vagamente la segheria di Anna ma molto più luminosa e non tetra. Dal giardino all’apertura della porta, dal camino alle finestre, ogni elemento presente nella casa, darà la sensazione di trovarsi realmente in questo meraviglioso posto, al punto tale da dimenticarsi di essere in un videogioco.

Il campo visivo è perfetto, nonostante la risoluzione molto bassa (nel prototipo) per non parlare dell’head tracking. La profondità delle immagini è eccezionale, e gli oggetti presenti nello scenario danno la sensazione al giocatore di poterli toccare, non vi sono parole per descrivere un emozione cosi forte per un giocatore e appassionato. Basteranno pochi secondi per dimenticare di trovarsi in un videogioco e di non badare alla risoluzione. Oltre alla toscana, gli sviluppatori hanno introdotto il supporto degli Oculus Rift anche in altri giochi come Roller Coaster, Half Life 2, Razer Hydra, e molti altri ancora.

Roller Coaster

La seconda versione dimostrativa che è possibile provare è Roller Coaster, un esperienza davvero fantastica, realizzata con l‘Unreal di Epic Citadel. Sarà come trovarsi su un giostra panoramica, di quelle che sfrecciano alla velocità della luce infischiandosene delle urla della gente. Personalmente non vado mai a luna park o cose varie proprio perchè temo la velocità e l’altezza, giocare a Roller farebbe impallidire chiunque, ma è un esperienza che non potete evitare! A differenza del gioco della toscana, la risoluzione in Roller è scadente ma l’effetto di immersione e profondità è qualcosa di mai visto prima

Conclusioni

Il visore ha un peso di 220 grammi, comodo da indossare ed utilizzare, si appoggia perfettamente al naso grazie ad una striscia di schiuma nera e si adatta al viso con delle cinghie laterali e superiori, sarà come non indossarlo. La versione finale sicuramente sarà in grado di offrire un esperienza di gioco ancora più interattiva e realistica e non vediamo l’ora di poterla provare con i nostri occhi e di chiuderci in casa per intere giornate. Attualmente il prototipo ha un costo molto basso, solo 300 dollari, chiunque potrebbe acquistarlo e riceverlo comodamente a casa nel giro di qualche mese.

http://www.oculusvr.com/