Minecraft Dungeons: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 03-06-2020 8:37 Aggiornato il: 04-06-2020 9:33

Chi non ha mai sentito parlare di Minecraft? Si tratta probabilmente del titolo più famoso nel settore videoludico, in quanto da anni, anni e ancora anni la fa da padrone su ogni piattaforma.

Minecraft nasce inizialmente su PC, il successo ha portato allo sviluppo di svariate versioni, per cellulari, smartphone, tablet, console ed altre piattaforme.

Nel corso degli anni abbiamo assistito anche alla commercializzazione di titoli incentrati nel medesimo universo, ma che proponevano meccaniche di gioco differenti, tra questi vi è lo Story Mode, il quale focalizzava per lo più l’attenzione del giocatore sulla narrazione.

Tuttavia qualcuno è riuscito laddove molti hanno fallito, realizzare un gioco di ruolo utilizzando uno dei franchise più amati e giocati dai giocatori dell’intero globo, con questa premessa oggi vogliamo condividere con voi la Recensione di Minecraft Dungeons.

Minecraft Dungeons Recensione

Non ci vuole un genio per capire che Dungeons = Gioco di Ruolo. Minecraft Dungeons è disponibile da qualche giorno non solo su PC ma anche PS4, Nintendo Switch e Xbox One. Coloro che preferiscono quest’ultima versione possono giocarlo GRATIS grazie ad un abbonamento Game Pass.

Abbonandosi al Game Pass potrete scaricare e giocare Minecraft Dungeons senza acquistarlo, tenendo bene a mente però che il titolo non resterà per sempre nella piattaforma, ma per un anno almeno o forse più potrete mettere le mani su quello che si prospetta un capolavoro assicurato, ma procediamo per gradi.

Minecraft Dungeons come detto è un gioco di ruolo ambientato nell’universo di Minecraft, il quale vanta non solo di una storia solida e convincente, con tanto di narrazione, forzieri da aprire, segreti da scoprire, ma anche nemici e boss da sconfiggere ed ovviamente avidi commercianti presso i quali spendere le gemme accumulate per ottenere equipaggiamenti esclusivi.

Il gioco inizia con la creazione del personaggio, un editor abbastanza scarno in personalizzazioni, il quale permette solo di scegliere uno dei tanti personaggi già preimpsotati, i quali variano in aspetto più che caratteristiche. Dopo aver scelto l’eroe da impersonare verrete catapultati nella prima missione, la quale funge da Tutorial, e dove vengono illustrate tutte le cose che bisogna sapere per giocare.

Tornati all’accampamento, è possibile commerciare con i venditori presenti, visitare la propria abitazione o avvicinarsi al tavolo con la mappa del mondo, da dove selezionare uno dei tanti Dungeons presenti, i quali variano per lo più in difficoltà e disposizione degli elementi, come fossero procedurali.

I Dungeons sono ambientati in boschi, caverne, forge, picchi innevati, castelli ed altri luoghi tipici della saga, con nemici che per lo più sono sempre gli stessi ripetuti all’infinito, con qualche aggiunta a seconda dello stage nel quale ci si trova. Eliminando i nemici si ottiene esperienza utile per livellare, ricevendo dei punti da spendere per potenziare o migliorare equipaggiamenti, armi e manufatti vari.

Ogni equipaggiamento, arma e manufatto dispone delle sue caratteristiche oltre che il livello, conferendo al protagonista abilità ed agevolazioni di vario tipo, dall’incremento della salute alla forza e cosi via dicendo. Nel corso dell’avventura cambierete spesso equipaggiamento, associando l’armatura ad una differente arma da mischia e distanza.

A rendere il Gameplay più vario e tipicamente ruolistico vengono in aiuto del giocatore dei manufatti, i quali possono essere utilizzati in un certo lasso di tempo e permettono di curarsi, sferrare potenti attacchi contro i nemici, avere degli aiuti esterni ed altro ancora, le possibilità sono numerose.

I Dungeon sono disseminati di forzieri da aprire con gemme da raccogliere, equipaggiamenti ed armi esclusive, consumabili vari per ripristinare la vita e non solo, missioni segrete da sbloccare, contenenti oggetti preziosi e utili per la propria avventura. Non mancano poi all’appello i Boss da sconfiggere, dotati di una barra energetica generosa e tipi di attacchi differenti.

A seconda della difficoltà scelta riceverete ricompense più o meno maggiori, dai punti esperienza agli equipaggiamenti. Minecraft Dungeons è affrontabile in singolo o co-operativa, permettendovi di divertirvi in compagnia degli amici. La rigiocabilità nel gioco la fa da padrone, è possibile infatti giocare e rigiocare ciascun livello all’infinito, al fine di ottenere tutte le ricompense previste.

Portando a termine la storia principale l’avventura è tutt’altro che finita, ci sono segreti da scoprire, equipaggiamenti rari ed esclusivi da ottenere, insomma si tratta di un titolo che vi porterà via molto tempo, il cui divertimento è decisamente assicurato. Inutile dire che dal punto di vista grafico Minecraft Dungeons rimane fedele al titolo originale, proponendo uno stile che o lo si ama o lo si odia come si suol dire.

Da elogiare la quasi totale assenza di caricamenti e l’immediatezza nel Gameplay, permettendo a chiunque di catapultarsi fin da subito nell’azione, eliminando ogni cosa capiti a tiro, esplorando ogni angolo di ciascun Dungeon e commerciando come se aveste le mani bucate.

La visuale come ogni gioco di ruolo vecchia scuola è rigorosamente isometrica, ossia dall’alto, permettendovi di avere uno sguardo generale sui dintorni, in cerca di tesori e nemici in lontananza. Se provenite dai vecchi giochi di ruolo riconoscerete sicuramente alcune delle meccaniche introdotte in Minecraft Dungeons.

Grazie ad un HUD ordinato e ottimizzato potete tenere sotto controllo le abilità ed equipaggiamenti del vostro protagonista, oltre naturalmente la barra della salute, attivando o meno la mappa all’occorrenza tramite la pressione della croce direzionale. Dalla mappa potete osservare la presenza di forzieri ed entrate o uscite dei vari Dungeon.

Purtroppo però lo scambio di gemme presso i negozianti avviene in modo del tutto casuale, vale a dire che non è possibile scegliere cosa acquistare ma gli equipaggiamenti o armi ed i manufatti vengono generati casualmente, basati sul livello raggiunto, ma proponendo per lo più oggetti praticamente inutili, sprecando gemme su gemme.

Questo è Minecraft Dungeons, un gioco di ruolo che conquisterà non solo gli appassionati di Minecraft ma anche chi è alla ricerca di un RPG originale e coinvolgente, divertente e longevo, qualora la ripetitività nel svolgere i medesimi Dungeon all’infinito alle varie difficoltà non vi spaventi.

Come anticipato se disponete di un abbonamento Game Pass potete giocare Minecraft Dungeons senza acquistarlo.

Minecraft Dungeons Gameplay Trailer

  • 6.6/10
    Grafica - 6.6/10
  • 8/10
    Gameplay - 8/10
  • 7/10
    Sonoro - 7/10
  • 7.4/10
    Trama - 7.4/10
  • 8.5/10
    Longevità - 8.5/10
7.5/10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato