Journey to the Savage Planet: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 01-02-2020 9:29 Aggiornato il: 03-02-2020 12:38

Quest’oggi vi porteremo nello spazio, per la precisione su un pianeta molto distante e immaginario, popolato da creature ostili di ogni tipo con la Recensione di Journey to the Savage Planet.

Sviluppato da Typhoon Studios e distribuito da 505 Games su PC, PS4 e Xbox One, Journey to the Savage Planet può essere considerato per certi versi il figlio che No Man’s Sky non ha mai avuto (per fortuna oseremmo dire), prendendo alcune meccaniche di gioco da quest’ultimo ma restringendo il tutto in un solo pianeta da esplorare.

Il gioco inizia all’interno di un’astronave, decisamente più piccola del solito, priva di carburante e danneggiata da un brusco atterraggio, il vostro velivolo necessiterà delle dovute riparazioni oltre che del combustibile per ripartire e tornare a casa. La vostra missione sarà dunque quella di esplorare il mondo ostile in cerca del necessario.

Jurney to the Savage Planet Recensione

L’astronave funge da vero e proprio hub, dove poter consultare i documenti, visionare dei video, craftare nuovi strumenti con i materiali raccolti o depositare questi ultimi oltre il carburante.

Dopo aver famigliarizzato con i controlli e seguito il Tutorial potrete scendere dall’astronave per iniziare l’esplorazione dei dintorni, imbattendovi nelle prime creature ostili e materiali da recuperare.

Journey to the Savage Planet come anticipato richiama per certi versi No Man’s Sky, avrete una sola arma per l’intera durata del gioco da utilizzare sia per difendervi che estrarre materiali, migliorabile una volta ottenuti i progetti e le risorse richieste.

Facendo ritorno alla fine di ogni missione alla propria astronave è possibile depositare i materiali raccolti, al fine di non perderli in caso di morte, nonostante è possibile recuperarli attraverso un pacchetto depositato nel luogo in cui è avvenuto il gameover.

Il gioco si spazia in missioni principali legate al recupero del necessario per far ripartire l’astronave ad attività di vario tipo per lo sblocco di nuovi strumenti, alcuni di essi indispensabili per esplorare zone sopraelevate, distanti o segrete.

Il mondo di gioco è suddiviso in 4 regioni, ognuna con dei sottoluoghi visitabili e tutti muniti di un portale, da utilizzare per spostarsi rapidamente da una zona all’altra o fare ritorno alla propria astronave.

In ogni zona troverete segreti da scoprire, materiali da recuperare, boss da sconfiggere, nemici ostili di vario tipo, carburante per l’astronave e molto altro ancora.

Il gioco offre la possibilità di affrontare l’intera avventura in co-operativa online, ma con la limitazione che tutti i progressi resteranno solo nella partita di colui o colei che la hosta.

Se ad esempio un vostro amico hosta la partita e giocate per delle ore, se successivamente proverete a giocare da soli, dovrete ricominciarla da zero in termini esplorativi.

Allo stato attuale il gioco risulta afflitto da alcune problematiche, come glitch che vi faranno volare all’esterno della mappa a blocchi improvvisi del personaggio, cali di frame rate e bug vari.

Durante la nostra prova siamo stati costretti a riavviare il gioco o suicidarci per poter far tornare la situazione alla normalità, con la presenza di lievi lag nel multiplayer, nulla che non possa compromettere di molto l’esperienza di gioco.

La longevità del titolo si attesta sulle 4-7 ore circa per completare la storia principale, longevità estendibile dalla presenza di svariate attività da portare a termine oltre documenti da consultare e video da visionare.

Doppiaggio in inglese con sottotitoli italiani, che in alcuni casi restano in inglese, nulla che non possa essere risolto con qualche patch, come per i problemi menzionati.

Un’esperienza divertente per certi versi, non male nell’insieme, ma che vi consigliamo di provare con il Game Pass più che acquistarlo al lancio, o per lo meno attendere che la situazione venga lievemente migliorata.

Jurney to the Savage Planet Gameplay Trailer

  • 6.5/10
    Grafica - 6.5/10
  • 6/10
    Gameplay - 6/10
  • 7.5/10
    Trama - 7.5/10
  • 7/10
    Sonoro - 7/10
  • 8/10
    Longevità - 8/10
7/10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato