Going Under: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 23-09-2020 7:34

Annunciato tempo fa e mostrato durante gli eventi estivi, quest’oggi dopo aver trascorso diversi giorni in sua compagnia, vogliamo condividere con voi la Recensione di Going Under, un nuovo Indie rougelike che cerca di trasportare nel mondo dei videogiochi la società in cui viviamo.

Il gioco sarà disponibile su PC e Console a partire da domani, nell’attesa scoprite di cosa si tratta a seguire, attraverso le nostre considerazioni.

Going Under Recensione

Going Under vi fa vestire i panni di una stagista, la quale viene assunta in un’azienda, il cui compito è quello di emergere nella società, scalando le vette del successo ai danni della concorrenza. Vi verrà affidato l’arduo compito di scendere nelle profondità di altre aziende, per impossessarvi dei loro segreti.

Dopo aver portato a termine una missione iniziale, vi ritroverete a partecipare ad un briefing, dove farete la conoscenza degli altri colleghi di lavoro, esperti in settori specifici. Il datore di lavoro vi affiderà dei compiti che dovrete svolgere per mantenere il posto nell’azienda e fare contanti. Il gioco si divide dunque in due parti, da un lato abbiamo il roguelike,dall’altro il visual novel.

Going Under è strutturato in dungeon, ambientati in livelli come ad esempio le miniere di criptovalute, dungeon caratterizzati da nemici specifici, ambientazioni differenti ed oggetti di scena di ogni sorta da raccogliere ed usare come arma contro i malcapitati di turno, da matite, computer, scopettoni e spadoni a tavoli, sedie, cestini, tastiere, strumenti musicali e chi più ne ha più ne metta.

Prima di iniziare l’avventura potrete attivare degli aiuti, modificando il livello di difficoltà, passando dall’impegnativo e frustrante al rilassante e divertente, per coloro che vogliono semplicemente spendere tempo a distruggere ogni cosa capiti a tiro, piuttosto che concentrarsi seriamente nei combattimenti, i quali avvengono in tempo reale.

Come anticipato le armi a disposizione sono infinite e tutte recuperabili in ciascuna stanza dei dungeon, potrete quindi afferrare i vari oggetti e scagliarli contro i nemici o usarli come armi da mischia. Armi che tendono a usurarsi e rompersi nel corso del gioco, con la possibilità di portarne un massimo di 3 con voi.

Eliminando i nemici e distruggendo gli oggetti potete recuperare del denaro, da spendere presso i negozianti, per ottenere nuove abilità, potenziamenti e bonus di vario tipo, dall’incremento della salute e forza a resistenza, agilità ed altro ancora.

I dungeon che esplorerete sono suddivisi in stanze, composte da varie porte, le quali vi permettono di raggiungere luoghi in cui dovrete eliminare i nemici per proseguire ed altri dove potrete recuperare potenziamenti o fare shopping, rilassarvi e rivedere il vostro equipaggiamento o prepararvi per la prossima battaglia.

Going Under come anticipato è un forte richiamo alla società in cui viviamo, con applicazioni ispirate a Youtube e WhatsApp tra le tante, ed aziende e servizi come Bitcoin e Social Network vari. Ogni Dungeon naturalmente è popolato non solo da nemici tematici ma anche da un Boss di fine livello, il quale una volta sconfitto rilascerà una reliquia da riportare al vostro datore di lavoro, al fine di far crescere l’azienda.

Il tutto rappresentato da un comparto grafico lowpoly che richiama Katamari, realizzato in stile cartone animato, con una colonna sonora piacevole e che si lascia ascoltare per l’intera durata. I rapidi caricamenti e il Gameplay reattivo lo rendono piacevolmente giocabile, nonostante l’inevitabile ripetitività.

Going Under è un mix tra amore e odio, un gioco rivolto indubbiamente agli amanti del genere e a coloro che sono in cerca di un pizzico di sfida, nonostante ciò resta pur sempre un’opera originale, divertente e unica nel suo genere, che merita la vostra attenzione, anche se il lancio in un periodo di grandi uscite come MAFIA potrebbe farlo passare inosservato.

Going Under Gameplay Trailer

6.5/10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato