FREDERIC – RESURRECTION OF MUSIC: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: x0x Shinobi x0x- il: 14-12-2017 8:06

Nel corso del tempo, abbiamo assistito all’evoluzione del genere musicale in ambito videoludico. Quest’oggi vogliamo condividere con voi la nostra Recensione di un rythm game uscito molti anni fa su PC, approdato recentemente anche su Nintendo Switch, ci stiamo riferendo a FREDERIC – RESURRECTION OF MUSIC. 

FREDERIC – RESURRECTION OF MUSIC Recensione 

Dopo il debutto e discreto successo su Steam avvenuto anni fa e su dispositivi Mobile iOS, il primo titolo della serie Frederic arriva anche su Nintendo Switch. Nel gioco vestiamo i panni di uno dei più grandi compositori del XIV secolo, ossia Fryderyk Franciszek Chopin meglio conosciuto come Frédéric Chopin, in chiave videoludica.

Nel corso del gioco ci ritroveremo a strimpellare con il nostro pianoforte, girovagando il mondo e sfidando celebri musicisti all’ultima nota, utilizzando i tasti dei Joy-Con con il giusto tempismo, allo scopo di suonare le note che scendono dall’alto.

Fin qui nulla di strano, se non fosse per il fatto che molti di noi sono cresciuti con Guitar Hero o Rock Band. Nonostante dal menù principale sia possibile selezionare la difficoltà, prima di cimentarsi nel giro attorno al mondo, fin dal primo brano, anche i più esperti di rythm game si troveranno di fronte un gameplay tutt’altro che semplice.

I brani presenti nel titolo provengono dalle vere opere di Chopin rieseguite in chiave moderna, e i riferimenti a musicisti realmente vissuti come Bob Marley e tanti altri, è evidente. Ogni musicista è collocato in una zona differente del mondo, associando il suo stile musicale allo scenario dove si svolge il concerto.

La longevità del titolo si attesta sull’oretta scarsa, la quale può giungere a 2 o forse 3 ore per i neofiti, a causa come già anticipato, della difficoltà smisurata di un gameplay ostico e difficile da padroneggiare.

Oltre le classiche note da suonare con la pressione del tasto, sullo spartito giungeranno noti lunghe, dando vita ad assoli che prevedono allo stesso tempo, la pressione di 3 o più tasti consecutivamente.  

Suonando più note senza commettere errori, è possibile dare via a combo che ricaricheranno velocemente un’apposita barra, la quale può essere usata per ricorrere alla super combo, che prevede di suonare determinate note per sbaragliare l’avversario.

Lo stage termina con il fallimento del brano o il completamento dello stesso, assegnando la vittoria al musicista con la performance migliore. Ogni livello è accompagnato da una breve cutscene in cell shading, la quale narra la storia tramite dei sottotitoli e mostra il lungo viaggio che FREDERIC si ritroverà a compiere, nel tentativo di dimostrare al mondo la supremazia del proprio genere musicale.

Come per l’edizione PC e Mobile, anche su Nintendo Switch vi è la possibilità di personalizzare i comandi di gioco, allo scopo di rendere (seppure in parte) più semplice il gameplay, consentendo a tutti nel giro di qualche ora, di giungere ai titoli di coda.

FREDERIC – RESURRECTION OF MUSIC vi permetterà di trascorrere del buon tempo in mobilità, con un titolo che si differenzia dalla massa, portando il genere musicale anche sulla neo console di casa Kyoto.

Nonostante la trama risulti banale quanto scontata e il gameplay particolarmente ostico, il rythm game di Forever Entertainment si lascia giocare per l’intera durata, la quale come detto, si attesta sulle 2 ore circa. 

FREDERIC – RESURRECTION OF MUSIC GAMEPLAY Trailer

6.9

Grafica
8.0
80%
Gameplay
6.5
65%
Sonoro
7.0
70%
Longevità
6.8
68%
Trama
6.0
60%

x0x Shinobi x0x

SEO WEB COPYWRITER: Recensore, Tester, Blogger e Youtuber, appassionato di Tecnologia e Intrattenimento videoludico

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato