Captain Tsubasa Rise of New Champions: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 02-09-2020 8:15 Aggiornato il: 11-11-2020 9:21

E’ trascorso molto tempo dall’ultima volta che Captain Tsubasa, noto da noi come Holly e Benji è giunto sul mercato videoludico con il videogioco ufficiale tratto dalla serie animata o manga.

Dopo Captain Tsubasa su PSX (Playstation 1), Bandai Namco porta su PC e Console il nuovo Rise of New Champions, ed oggi vogliamo condividere con voi la Recensione, dopo aver trascorso diverso tempo in sua compagnia.

Chi non è cresciuto con il famoso Anime calcistico, pronto a intrattenere i più piccoli e non solo durante il pranzo o nel tardo pomeriggio degli anni 80/90? Il successo del Manga portò alla realizzazione di svariate serie animate ed una manciata di videogiochi.

Captain Tsubasa Rise of New Champions Recensione

Bandai Namco lo scorso anno annunciò e svelò a grande sorpresa il videogioco ufficiale di nuova generazione dedicato a Holly e Benji, una interpretazione di FIFA o PES in chiave Anime, per la gioia di coloro che come anticipato sono cresciuti con Olliver Hutton e Benji Price. Senza indugiare scopriamo insieme cosa il titolo ha da offrire.

Dopo aver premuto lo Start vi ritroverete nel menu principale, dove potrete accedere alle modalità Il viaggio, versus e versus online, Pratica e collezione. Indubbiamente Il viaggio è la modalità principale del gioco, la quale consente di vivere due differenti storie, una nei panni di Tsubasa, l’altra del nuovo arrivato. Tsubasa ripercorre l’età adulta del calciatore, dunque non potrete purtroppo rivivere l’epico incontro tra Olly e Benji o i momenti salienti della sua adolescenza.

La storia è condita di cutscene e dialoghi pre e dopo partita, con la possibilità tramite le impostazioni di skipparli automaticamente, per passare subito alla partita di calcio. Eroe invece consente di vivere la storia nei panni di un calciatore che spetterà a voi creare e personalizzare tramite l’apposito editor, potrete scegliere non solo il nominativo e la scuola di provenienza, di conseguenza la squadra nella quale giocherete, ma anche le fattezze dello stesso.

Per chi ama il gioco rapido vi è sempre la modalità Versus, giocabile da uno a 8 giocatori, 4 per squadra, con la possibilità di scegliere una manciata di squadre suddivise per categorie, capitanate dal campione di turno. Se siete cresciuti con l’Anime riconoscerete molti volti in campo. Prima della partita è possibile gestire la squadra tramite la scelta della formazione, lo spostamento dei singoli giocatori, la strategia e tutti altri settaggi che solitamente trovate in un gioco di calcio.

Attraverso le impostazioni potete settare la difficoltà, il tipo di stadio e pallone, se attivare o meno calci di rigore e tempi supplementari, ed altre poche opzioni. Purtroppo però in partita non vi è alcun modo di modificare ad esempio la difficoltà o la camera, dunque dovrete decidere il tutto prima di scendere in campo. Se il Captain Tsubasa su PSX utilizzava una visuale quasi isometrica, con giocatori in lontananza, il nuovo Rise of New Champions propone una camera ravvicinata.

Creare intesa e legami tra i giocatori è importante, per questo dovrete il più delle volte passare di continuo la palla ai vari giocatori, facendo salire un’apposita barra che vi consente di entrare nella modalità V-Zone, la quale sprona i giocatori a dare il meglio per vincere. Tenendo premuto il pulsante del tiro per un certo periodo di tempo, fino a caricare la barra, darete il via ad un colpo caricato che rende la palla ovale, pronta a sfrecciare a grandi velocità verso il portiere.

Non mancano all’appello brevi animazioni durante la partita, non solo nei tiri caricati ma anche nelle smarcate, parate ed altre azioni. Tramite l’HUD come accade nei giochi di Calcio potete tenere sotto controllo i giocatori, la loro barra energetica e un mini campo, dove vi è la posizione di tutti i vostri giocatori e degli avversari. 3 i livelli di difficoltà selezionabili, nonostante ciò gli avversari sono programmati in modo da ignorare questa scelta, al punto da risultare invadenti e aggressivi anche ad una stella.

Vi ritroverete il più delle volte a concludere le partite sullo 0 a 0, decidendo l’esito ai rigori, questo perchè i portieri di entrambe le squadre in partita sono in grado di parare la maggior parte dei tiri, caricati o no. Il vostro obiettivo sarà quello di stancare il portiere il più possibile per avere qualche occasione di Goal. I comandi di gioco sono gli stessi di FIFA e PES, con dei rigori gestibili facilmente, senza dunque ritrovarvi a tirare la palla fuori dalla rete, sulla traversa o palo. La palla entrerà in rete o verrà parata dal portiere, il quale a volte pur trattenendola inizialmente se la lascerà sfuggire di mano.

Sul fronte grafico il titolo è ispirato alla serie animata, proponendo dunque uno stile cartoonesco, sia per le ambientazioni per che i personaggi, con le classiche animazioni che abbiamo imparato ad amare con Dragon Ball FighterZ ed i titoli prodotti successivamente.

Sul fronte tecnico il titolo è soggetto qualche volta a cali di frame rate, nulla Che possa però rovinare l’esperienza di gioco. Doppiaggio in inglese o giapponese ma con il supporto dei sottotitoli italiani, il che rende Captain Tsubasa Rise of New Champions usufruibile anche da chi non mastica la lingua estera e vuole godersi la storia dialogo dopo dialogo, dopotutto la modalità Il viaggio fonde il calcio al visual novel.

Avremmo sicuramente preferito vedere maggiori contenuti, oltre la possibilità di rivivere la storia di Olliver Hutton dal principio piuttosto che dall’età adulta, ma nel complesso rimane un’esperienza di gioco che si avvicina di molto all’opera originale, nonostante i suoi limiti.

Acquista Captain Tsubasa su DLCompare.it al miglior prezzo disponibile!

Captain Tsubasa Rise of New Champions Gameplay Trailer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

Termini di ricerca:

  • tsubasa recensione