Call of Cthulhu: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: x0x Shinobi x0x- il: 06-11-2018 7:57

Siamo appena tornati da un lungo e misterioso viaggio, ed oggi vogliamo condividere con voi la nostra Recensione di Call of Cthulhu, dopo aver messo le mani sull’edizione PS4 del titolo. 

Call of Cthulhu Recensione

La pittrice Sara Hawkis dopo aver deciso di seguire le volontà del marito Charles, si trasferisce con lui sull’isola di Darkwater mettendo su famiglia in un’immensa magione. Purtroppo un incendio causa la scomparsa della donna e di tutta la sua famiglia.

Il padre di Sara incarica l’ex veterano di guerra Edward Pierce, attualmente investigatore, per indagare sul mistero che si cela dietro la prematura scomparsa della figlia, portandoci ad esplorare una Darkwater avvolta da una lugubre atmosfera. 

Dopo aver assistito ad una cutscene iniziale, ci ritroviamo nell’ufficio del detective, dove potremo apprendere i primi rudimenti di gioco, dallo spostamento del protagonista all’interazione con oggetti e personaggi.

Call of Chtulhu è un gioco esplorativo incentrato sull’investigazione, una sorta di Sherlock Holmes in prima persona, dove saremo chiamati per l’intera durata dell’avventura, ad analizzare ogni indizio e dialogare con i vari personaggi incontrati, allo scopo di risolvere il caso.

Realizzato da Cyanide Studio, il titolo purtroppo non presenta il doppiaggio in italiano, portando i giocatori che non masticano la lingua estera, a consultare i sottotitoli sia durante i dialoghi che monologhi.

7 le ore richieste per portare a termine l’avventura, la quale fonde l’esplorazione e investigazione a fasi action, ispirate a survival horror come Outlast, dove dovremo fuggire dai nemici per nasconderci in un luogo sicuro. 

All’inizio del gioco ci vengono assegnati dei punti da spendere in alcune abilità, tra cui Investigazione, Medicina, Occulto, Forza, Psicologia e cosi via dicendo, ognuna pensata per offrire al giocatore un approccio differente.

Potremo dunque decidere se risultare più abili nei dialoghi o nella fuga. Come abbiamo già visto in The Council, a seconda dell’abilità equipaggiata è possibile sbloccare differenti linee di dialogo, le quali ci permettono di ottenere maggiori indizi su un dato argomento o sbloccare le serrature.

Oltre le missioni principali legate alla storia, vi sono attività secondarie pensate per approfondire sia la storia di Darkwater che dei vari personaggi, cosi come le tante note sparse per gli scenari.

Graficamente parlando il titolo non brilla di luce propria, conferendo maggiore importanza agli scenari e singoli oggetti piuttosto che le animazioni dei personaggi, le quali appaiono il più delle volte meccaniche e poco curate.

Ottima la colonna sonora cosi come il doppiaggio, anche se purtroppo come già abbiamo anticipato non è italiano, portando il giocatore a leggere righe e righe di dialoghi durante le fasi esplorative. 

Intuitivi e immediati i controlli di gioco, con gli stick analogici gestiamo movimento e camera, con i dorsali e i tasti azione interagiamo con gli oggetti o utilizziamo le abilità a disposizione, controlli più adatti alla versione PC del titolo che alla console, sopratutto quando ci ritroviamo a rovistare all’interno di un edificio.

Se siete appassionati di giochi esplorativi incentrati sulla narrazione, dove il walking simulator incontra il puzzle, allora Call of Cthulhu potrebbe fare al caso vostro, nonostante a diversificare un gameplay piatto e ripetitivo vi siano fasi action, in grado di tenere il giocatore sull’attenti per l’intera durata.

Call of Cthulhu Gameplay Trailer

  • 7.4/10
    Grafica - 7.4/10
  • 7/10
    Gameplay - 7/10
  • 8/10
    Trama - 8/10
  • 7.6/10
    Sonoro - 7.6/10
  • 7.8/10
    Longevità - 7.8/10
7.6/10

x0x Shinobi x0x

SEO WEB COPYWRITER: Tester, Recensore, Blogger ,Youtuber e Streamer, appassionato di Tecnologia e Intrattenimento Videoludico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato