AGGELOS: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 11-07-2019 8:00 Aggiornato il: 11-07-2019 8:38

Dopo il debutto di The Dragon’s Trap e Monster Boy and the Cursed Kingdom, c’è chi ha deciso di dare il giusto tributo alla serie, sviluppando un Wonderboy Like ma con un comparto grafico e sonoro vecchia scuola, ci stiamo riferendo ad Aggelos, ed oggi vogliamo condividere con voi la nostra Recensione dopo aver messo le mani sull’edizione Steam e Xbox One del gioco su gentile concessione di PQube.

AGGELOS Recensione

Aggelos ci porta in un mondo che ricorda in tutto e per tutto il celebre Wonderboy. Nel gioco vestiamo i panni di un nobile guerriero armato della sua fidata spada, con la quale dovrà farsi strada nei vari stage, confrontandosi con serpenti, dragoni, pipistrelli e mostri di ogni tipo.

Il gioco inizia all’interno della nostra abitazione, dovremo potremo padroneggiare i pochi ma essenziali comandi a disposizione, dall’apertura dell’inventario alla gestione del protagonista.  

Tramite l’HUD è possibile tenere sotto controllo sia il numero di cuori a disposizione che la barra dell’esperienza, gli oggetti equipaggiati e le monete raccolte, quest’ultime indispensabili per fare acquisti presso i negozi.

Con le monete raccolte dall’eliminazione dei nemici o apertura dei forzieri, è possibile sia acquistare delle pozioni che nuove armi o equipaggiamenti, oltre a migliorare l’arsenale in dotazione.

Accumulando punti esperienza è possibile livellare con il personaggio, il quale potrà contare come in ogni RPG che si rispetti, di migliorie di vario tipo.

Nel corso dell’avventura è possibile interagire con personaggi secondari, sia allo scopo di avere aiuti o maggiori dettagli sulla trama, che per sbloccare nuove abilità, con le quali raggiungere zone inizialmente inaccessibili.

Aggelos ricalca in tutto e per tutto le impronte lasciate da Wonderboy, presentandosi come un platform RPG ma con un livello di difficoltà inferiore, il che lo rende giocabile anche dai neofiti del genere.

Il sistema di salvataggio viene gestito dalla presenza di santuari, localizzati in prossimità dei villaggi o punti di ristoro, dai quali è possibile riprendere la partita in caso di morte. Il mondo di gioco si suddivide in 8 differenti location, ognuna di esse con boss, tesori e nemici di vario tipo.

L’inventario si suddivide in 5 parti: Item, Ring, Scroll, Element e Flea Scroll. Item include tutti gli oggetti che possono essere consumati nel corso del gioco, dalle pozioni ai cibi, dalle chiavi per l’apertura dei forzieri ai libri.

Ring include dei magici anelli che è possibile equipaggiare per avere delle agevolazioni, Scroll racchiude tutte le pergamene scovate ed ottenute da forzieri o personaggi ed Element include i 4 elementi che è possibile padroneggiare nel corso dell’avventura.

Infine abbiamo Flea Scroll, categoria riservata alle abilità apprese tramite l’interazione con alcuni personaggi secondari. Tramite gli appositi slot, è possibile trasportare con se armi ed armature varie, sostituendole all’occorrenza.

Ogni equipaggiamento vanta di abilità e caratteristiche proprie, con la possibilità come in ogni RPG che si rispetti, di confrontare due armi o armature tra di loro, per ricevere informazioni sulla qualità di attacco o difesa.

Se avete apprezzato Wonderboy, non potete lasciarvi sfuggire Aggelos, che contrariamente a The Dragon’s Trap, rimane fedele ad uno stile tecnico, grafico e sonoro vecchia scuola.

AGGELOS Gameplay Trailer

  • 5.5/10
    Grafica - 5.5/10
  • 7/10
    Gameplay - 7/10
  • 5.5/10
    Sonoro - 5.5/10
  • 7.5/10
    Longevità - 7.5/10
  • 6.5/10
    Trama - 6.5/10
6.4/10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato