A Fisherman’s Tale: Recensione e Gameplay Trailer

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 23-01-2019 8:03

La realtà virtuale riesce da sempre a regalare grandi emozioni al giocatore, non solo grazie al coinvolgimento offerto ma anche al modo in cui uno sviluppatore decide di raccontare una storia, e seppure il più delle volte un’esperienza VR non sia poi cosi longeva quanto un gioco tradizionale, il poco tempo a disposizione è sufficiente per lasciare il segno.

Con questa premessa vogliamo condividere con voi la nostra Recensione di A Fisherman’s Tale, una nuova, originale e coinvolgente esperienza in realtà virtuale, disponibile su PC e Playstation VR.

A Fisherman’s Tale Recensione

Il gioco narra la storia di un pescatore marionetta, che ogni giorno come da routine si prende cura della sua abitazione, fino a quando aprendo la finestra non si troverà più di fronte il mare ma una riproduzione di se stesso in un modellino della sua abitazione (in puro stile matrioska).

Il faro per qualche motivo cessa di funzionare, mettendo in pericolo eventuali imbarcazioni che non avendo un punto di riferimento nel cuore della notte, rischiano di scontrarsi con gli scogli. Spetterà a noi risalire sul faro della casa per riaccendere le luci e salvare le imbarcazioni. 

Pubblicato da Vertigo Games, A Fisherman’s Tale è una fiaba ludica in realtà virtuale più che un videogioco, la cui narrazione risiede negli ingegnosi puzzle che andremo a risolvere nel corso dell’avventura.

Lo stile grafico del pescatore e delle ambientazioni richiamano involontariamente le animazioni di Enzo D’Alo (La gabbianella e il gatto, Opopomoz, Momo). 3 le ore circa richieste per portare a termine il gioco, ambientato per l’intera durata all’interno dell’abitazione del pescatore.

Come da buon puzzle game che si rispetti, non manca all’appello la possibilità di interagire con gli elementi presenti nello scenario. Spostando un qualsiasi oggetto nel modellino esso verrà automaticamente spostato anche nella realtà.

Dopo una breve introduzione, veniamo lasciati liberi alla risoluzione dei primi enigmi , con la voce del narratore e non solo pronto a raccontarci la storia man mano che progrediamo verso la sua conclusione.

Il tutto realizzato con camera in prima persona, dove le mani sono le uniche parti del corpo che potremo gestire per afferrare e spostare i vari oggetti nell’abitazione, tenendo allo stesso tempo sotto controllo il modellino.  

Gli spostamenti del pescatore come avviene in molti altri giochi in realtà virtuale vengono gestiti da rapidi teletrasporti, evitando il più possibile il cosiddetto effetto di motion sickness. 

Ottimo il comparto grafico il quale conferisce al giocatore la sensazione di trovarsi all’interno di una fiaba, altrettanto la colonna sonora e il doppiaggio che donano al titolo quel tocco magico quasi fiabesco.

Le meccaniche di gioco semplici e immediate, nonostante potreste riscontrare inizialmente problemi a padroneggiare i Playstation Move, rendono A Fisherman’s Tale divertente e coinvolgente per l’intera durata. 

Un titolo che vi conquisterà fin da subito per la sua originalità, dove Storia, Gameplay e Sonoro si fondono tra loro dando vita ad un’esperienza ludica che merita un posto speciale nella vostra libreria di giochi digitali.

A Fisherman’s Tale Gameplay Trailer

  • 8/10
    Grafica - 8/10
  • 7.4/10
    Gameplay - 7.4/10
  • 7.7/10
    Trama - 7.7/10
  • 7.6/10
    Sonoro - 7.6/10
  • 6.5/10
    Longevità - 6.5/10
7.4/10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato