Yakuza 7 è ufficiale ma il nuovo sistema di combattimento potrebbe non piacervi

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 04-09-2019 11:44

Recentemente SEGA ha annunciato Yakuza 7, rilasciando i primi dettagli che vi riporteremo in questo articolo, tra essi spicca il nuovo sistema di combattimento che potrebbe non piacervi, il quale si allontana dal sistema al quale siete sempre stati abituati con Yakuza.

Yakuza 7: I fans criticano il nuovo sistema di combattimento

Yakuza 7 si svolgerà a Yokohama e vedrà come protagonista Ichiban Kasuga, presente anche in Yakuza Online.  La novità principale riguarda il sistema di combattimento che passa dal  tempo reale al turni.

Il producer e il director hanno dichiarato:

Vi ringraziamo per la vostra opinione, avvertiamo la vostra preoccupazione dai commenti ricevuti dopo l’annuncio. Abbiamo apportato dei cambiamenti al sistema di gioco, i quali porteranno Yakuza ad un nuovo livello, introducendo allo stesso tempo una grande sfida, eravamo preparati ad affrontare l’inevitabile.

Lavoreremo il possibile per assicurarci di realizzare un’opera che non deluda le aspettative, qualora non lo giochiate perchè non sarete interessati a farlo, vorrà dire che sarà colpa di una nostra mancanza.

Il nostro obiettivo è quello di renderlo giocabile a chiunque. Anche se il sistema di combattimento sarà a turni, risulterà più dinamico di quanto sembri. Potrete posizionare il personaggio durante lo scontro ed utilizzare gli oggetti vicini per colpire gli avversari, questi potrebbero tendervi delle imboscate entrando nei vicoli.

L’ordine dei turni si baserà sul posizionamento del personaggio e sulle statistiche, avrete la possibilità di attaccare un bersaglio in lontananza, subendo allo stesso tempo un contrattacco da parte di uno dei nemici vicini.

L’interfaccia di gioco non è ancora stata definita, stiamo lavorando per offrire un ritmo di gioco veloce e non lento come i tradizionali sistemi a turni. 

Yakuza 7 uscirà per PlayStation 4 il 16 gennaio 2020 in Giappone e nel 2020 in Nord America e in Europa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato