Recensione di Trackmania Nations Forever

Pubblicato da: Luca M.- il: 20-10-2008 19:53 Aggiornato il: 02-09-2015 11:11

Oggi vi vogliamo parlare di questo interessantissimo gioco gratuito online. Molti di voi già conosceranno la serie Trackmania ma, per chi non lo sapesse, tutto è iniziato nel 2004 con il primo episodio, denominato, appunto, Trackmania, seguito, un anno dopo, da Trackmania Sunrise -ambientato in un’isola tropicale- e dal suo seguito Trackmania Sunrise Extreme, che venne distribuito gratuitamente per i possessori di Sunrise. Fino a questo momento il gioco non godeva dell’eccellente fama che ha guadagnato con il tempo e soprattutto con l’uscita del successivo episodio, completamente gratuito, Trackmania Nations, sviluppato in occasione dell’Electronic Sports World Cup del 2006, e ambientato in uno stadio.

Dopo il clamoroso successo di TMN, è uscito nel 2007, un nuovo episodio a pagamento, denominato Trackmania United; infine da aprile del 2008 è disponibile gratuitamente l’ultimo nato Trackmania Forever presentato nelle versioni Nations e United (la seconda è un’espansione per i possessori di Trackmania United).

Trackmania Nations Forever presenta diverse differenze rispetto al suo predecessore, in maggioranza prese pari pari da Trackmania United. Innanzitutto la grafica è molto, ma molto, migliorata; tutto è più reale, si gioca anche al tramonto o di notte con i fari dello stadio accesi; oltre all’asfalto della pista oggi si corre anche su terra con conseguente variazioni del gameplay quando si attraversa lo sterrato; sono stati inoltre aggiunti molti blocchi per creare tracciati ancora più vari di prima (e chi lo ha provato sa quanto già le piste erano varie in Nations), mentre l’auto con cui gareggiamo è rimasta la simil-F1.

Insomma, questo seguito ha guadagnato molto in varietà e quindi nel gameplay; come sempre, è possibile giocare in single player cercando di battere i record e aggiudicarci le varie medaglie per sbloccare tracciati sempre più difficili, oppure cimentarci nel multiplayer, che è da sempre il punto di forza della serie. Altra novità è la classifica a livello regionale; mentre prima esistevano solo la classifica mondiale e quella nazionale, ora è stata introdotta quella basata per regioni: dandogli un’occhiata sapremo in che posizioni siamo e quanti giocatori ci sono nella nostra regione.

Se vogliamo variare la nostra esperienza di gioco (e riposare le nostre mani), grazie all’editor di tracciati, è possibile creare delle piste da zero per cimentarci noi stessi o per farci correre gli altri online; a tal proposito ci saranno utili i nuovi blocchi menzionati prima, con cui possiamo sbizzarrirci ancora più di prima nella creazione dei nostri tracciati ideali.

Sono inoltre stati introdotti i coppers, cioè la moneta virtuale del gioco, che si guadagnano ottenendo medaglie: logicamente, migliori sono i risultati che otteniamo e più saranno i coppers con cui verremo ricompensati. Questi “soldi” servono per acquistare nuove skin per la nostra macchina, per creare tracciati più grandi con l’editor, per scaricare nuovi tracciati, per visionare i replay di altri giocatori e per giocare nella modalità official. In questa modalità è presente un’apposita classifica composta dagli skill points dei giocatori, che vengono corrisposti a seconda dei risultati ottenuti nelle singole prove – da notare che per fare un buon tempo in questa modalità, abbiamo un numero limitato di possibilità, dato il costo in coppers delle prove-.

Per concludere: non importa se avete o non avete mai giocato ad uno qualunque dei capitoli della serie Trackmania, perchè, in ogni caso, se vi piacciono i giochi di corse, questo è assolutamente da provare. Grazie alla grafica migliorata e al gameplay del tipo “un’altra e poi smetto”, Trackmania Nations Forever offre un’esperienza di gioco piacevolissima e, secondo noi, unica nel suo genere. Oltretutto, un prodotto gratuito ad un livello qualitativo così alto non è semplice da trovare. Se volete provarlo non vi resta che scaricarlo al sito ufficiale, noi ve lo consigliamo vivamente.

Per farvi un’idea del gioco potete visionare il video che trovate di seguito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato