Microsoft Flight Simulator: Il Re dei simulatori di volo sta tornando

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 18-05-2020 7:27

Correva il lontano 1982 quando Microsoft lanciò il suo simulatore di volo, realizzato da Bruce Artwick, uno studente di Ingegneria elettronica dell’Università dell’Illinois.

Il simulatore di volo ebbe cosi tanto successo che molti altri si aggregarono al progetto, aggiungendo aeroporti, velivoli ed altri contenuti nel corso del tempo. Ogni cambio di sistema operativo vedeva una nuova versione del gioco.

Tuttavia il progetto poi venne abbandonato per molti anni, almeno fino ad oggi. Dopo ben 14 anni di attesa il Re dei Simulatori di volo sta per tornare.

Microsoft Flight Simulator torna a volare nei cieli virtuali da quest’anno

Presentato all’E3 di Los Angeles dello scorso anno, Flight Simulator 2020 uscirà finalmente quest’anno, anche se purtroppo ancora non si conosce una data di lancio.

Il titolo vanterà ben 37 mila aeroporti, provenienti da ogni parte del mondo, numerosi velivoli ed un comparto grafico di nuova generazione, che rende il titolo così realistico da sembrare realmente di sorvolare i cieli, comodamente dalla propria abitazione.

Lo streaming verrà gestito dall’infrastruttura cloud Azure di Microsoft, la quale si affiderà alle immagini satellitari di Bing Maps per renderizzare il tutto in tempo reale, applicando effetti meteo e illuminazioni sulla base delle reali condizioni del meteo nel mondo.

Il comparto grafico è cosi curato che faticherete a riconoscere le immagini reali da quelle realizzate in gioco. Veniamo ora all’Hardware di cui avrete bisogno per riprodurlo 150 GB di spazio libero, una connessione di almeno 5 Mbps e una scheda video AMD Radeon RX 570 o NVIDIA GTX 770, se naturalmente volete giocare con i dettagli al minimo.

I più esigenti avranno bisogno di 20 Mbps di connessione, un processore i7 9800X e una scheda video AMD Ryzen 7 Pro 2700X o equivalente NVIDIA. Se non avete un PC performante sarete lieti di sapere che il titolo uscirà anche su Xbox, ma non sappiamo se Xbox One, Xbox Series X o entrambe, a cura dl team Asobo Studios.

A seguire un Gameplay:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato