Carve Snowboarding arriva sulla piattaforma Quest

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 28-05-2021 15:19

La stagione dello snowboarding sta per terminare, ma ciò non significa che ci si debba fermare. Almeno non quest’anno. Non è il momento di rimettere nell’armadio gli stivali, perché Carve Snowboarding è arrivato sulla piattaforma Quest, al prezzo di 19.99€.

Carve Snowboarding è un VR game sportivo creato da Chuhai Labs e Giles Goddard, due programmatori di Chuhai e già ideatori di 1080° Snowboarding su Nintendo 64. Come il suo predecessore, Carve unisce la semplicità di gioco alla simulazione della neve fisica. È facile salire sulla tavola e iniziare la discesa, ma per avere il proprio nome nelle classifiche, bisogna allenarsi e trascorrere un po’ di tempo in VR, sulle piste.

Oculus ha scambiato quattro chiacchiere con Giles Goddard, in merito al nuovo Carve Snowboarding.

Di seguito l’intervista completa:

Innanzitutto, come funziona lo snowboard VR. Si sta in piedi di lato e accovacciati? C’è la possibilità di eseguire dei trick?
Giles Goddard: In Carve Snowboarding i giocatori sono di lato con il piede anteriore e il braccio rivolti verso la discesa, con le braccia lungo i fianchi o seduti. In posizione regolare avranno il loro lato sinistro verso la punta anteriore della tavola, mentre quelli in posizione goofy avranno il loro lato destro. Tenendo i controller Touch ai fianchi si può ruotare il corpo per cambiare la direzione della tavola, proprio come nel vero snowboard. È possibile afferrare qualsiasi punto della tavola con entrambe le mani utilizzando il pulsante di presa ed eseguire rotazioni per fare oltre 100 diversi trick, o anche inventare il proprio!

Perché proprio la realtà virtuale e cosa la rende adatta a un gioco di snowboard?
GG: sono stato affascinato dal potenziale della VR da quando ho ricevuto il primo DK1 e penso che con gli Oculus Quest le possibilità siano infinite. Penso che lo snowboard si adatti così bene alla VR perché ti dà la possibilità di guardare costantemente l’ambiente per monitorare il percorso, pur avendo il pieno controllo della tavola.

Quanto dello spirito di 1080° Snowboarding è presente in Carve Snowboarding? Quali erano i must che volevate includere per i fan?
GG: Abbiamo cercato di mantenere la sensazione di diversi tipi di neve, come la polvere morbida, il ghiaccio duro e così via, e anche il livello di messa a punto che aveva 1080°. Abbiamo anche reso i trick un’esperienza molto più naturale e intuitiva che non richiede la memorizzazione di sequenze di tasti.E abbiamo incluso anche una cabina, naturalmente!

C’è un cane nella cabina, giusto? Si può accarezzare?
GG: C’è un cane e sì, per favore accarezzalo perché lo adora!

Alcune difficoltà che avete incontrato durante lo sviluppo?
GG: È molto difficile evitare che i giocatori abbiano la sensazione di nausea a causa dei movimenti improvvisi della telecamera in VR, quindi una delle sfide è stata quella di trovare un modo per ridurre il più possibile questo problema, pur permettendo la completa libertà di seguire qualsiasi percorso lungo la montagna. Fortunatamente, la maggior parte delle persone tende a trovare Carve confortevole. Abbiamo anche dovuto ripensare completamente lo schema di controllo renderlo il più naturale possibile utilizzando i controller Touch.

Come è cambiato lo snowboard (e la cultura che lo circonda) dall’uscita di 1080 Snowboarding?
GG: Direi che qui in Giappone gli snowboarder sono almeno l’80% delle persone che si incontrano sulle piste. Quando è uscito 1080 lo snowboard era piuttosto di nicchia. Ora è uno sport molto diffuso.

Nel mondo dello sport c’è una gran quantità di talenti che fanno trick pazzeschi, impensabili 20 anni fa. Basta guardare alcune delle cose che fanno alcuni talenti come Travis Rice o ciò che accade a eventi come gli X Games, per capire quanta strada ha fatto lo snowboard.

Qual è il tuo posto ideale per fare snowboard?
GG: Ho la fortuna di vivere in un paese rinomato in tutto il mondo per l’incredibile qualità della neve, che è un sogno per gli snowboarder. Per divertimento o svago vado nella valle di Hakuba a Nagano, dove si sono svolte le Olimpiadi invernali del 1998. Per un paio di giorni di freddo ci dirigiamo verso alcune piste poco conosciute a Toyama. E poi, più vicino a Kyoto, abbiamo la fantastica Okuibuki, sede del più veloce quad lift del Giappone, dove molte persone del posto si recano nei fine settimana.

Programmi per il futuro? Qualcosa bolle in pentola?
GG: Sì! Ci sono tante cose interessanti in cantiere in questo momento. Non possiamo ancora parlarne, ma tenete gli occhi aperti per i nuovi giochi di Chuhai Labs che arriveranno nel corso del 2021!

C’è qualcos’altro che vorresti condividere con i nostri lettori?
GG: Molti di noi hanno dovuto rimandare le gite sulle piste la scorsa stagione a causa della pandemia e non vedono l’ora di tornarci, quindi spero che Carve Snowboarding li aiuti a mantenersi in forma per la prossima stagione. E per coloro che non hanno mai fatto snowboard, vi prego di provare: sarete sorpresi di quanto sia facile da imparare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato