Anteprima Need for Speed: Shift

Pubblicato da: noth1ng- il: 25-03-2009 9:56 Aggiornato il: 01-09-2015 9:14

Dopo una lunga serie di videogiochi automobilistici arcade, Need for Speed decide di avvcinarsi al mondo della simulazione con il suo nuovo titolo, Shift. Facente parte dell’annuncio di 3 videogiochi, compresi Nitro e Need for Speed World Online, Shift ha un approccio molto più realistico alle gare automobilistiche e mira a quella fascia di utenti amante di videogiochi come Gran Turismo o Forza.


Fortunatamente il franchise è in buone mani, con gli sviluppatori della Slighty Mad Studios. Tra l’altro, secondo il produttore di Shift, Slighty Mad sarebbe SìmBin (la casa creatrice di giochi come GTR FIA Racing, GTR 2 e GT Legend) in tutto tranne che nel nome. Gran parte del team che faceva parte della SìmBin, infatti, se ne andò per creare un nuovo studioed ora si ritrovano a lavorare a stretto contatto con il produttore esecutivo della EA Black Box, Michael Man ed il vice presidente della EA Europe Games, Patrick Soderlund; per assicurarsi che l’attuale pre-alpha, rispetti gli standard del franchise.

Quello che più sorprenderà i fan che si avvicineranno a questo videogioco, sarà la simulazione di un incidente. Il team sta cercando di ricreare un’esperienza realistica al 100%. Al momento dell’impatto (ed a dipesa dell’entità dello stesso, ovviamente) la telecamera subirà delle violente scosse (molto simili a quelle che è possibile vedere nei video ripresi dalle telecamere all’interno di una vera automobile) e la visuale diventerà più opaca. Il tuo verrà ovviamente accompagnato dall’audio di una collisione ad alta velocità, ma non solo ! Oltre al vero e proprio “incidente”, sarà possibile ascoltare il cuore del nostro pilota aumentare di ritmo ed il suo respiro mozzato poco prima dell’impatto.
Altri effetti andranno a ricalcare la realisticità di Shift, incluso un effetto “tunnell” a velocità elevate, dei riflessi sottili dal parabrezza ed il tipo effetto “gas” di una marmitta.

Shift si concentrerà sull’esperienza dei giocatori come veri e propri piloti in piste. Prenderà luogo su piste accreditate, pist nuove create appositamente per Shift e piste su strada. Non ci saranno mappe aperte e non dovrete preoccuparvi di essere inseguiti dalla polizia od altro. Invece, Shift, vi porterà su 15 locations realmente esistenti in aggiunta alle piste fittizie. Ad esempio, il circuito Brands Hatch Race sembrerebbe una vera e propria ricreazione dell’ormai ex-pista di Formula Uno, con un mix di lunghi rettilinei, curve a gomito, svolte ampie e così via.
Un altro esempio potrebbe essere il circuito su strade di Londra. E’ ancora più interessante del precedente, con delle curve strette inserite in quest’ambiente urbano ricreato con una dedizione e precisione impressionanti. Sì estende dalla Thames South Bank ed il Victoria Embankment a nord, con moltissime punti riconoscibili (per chi ha visitato Londra, ovviamente) che sfrecceranno accanto ad ogni pilota.

E’ da ricordare, inoltre, che Shift implementa un sistema climatico dinamico. In ogni caso, ancora non ci è dato sapere se sarà possibile cambiare il tempo di gioco manualmente o se ci saranno gare notturne.

Inoltre, a differenza di moltissimi videogiochi di simulazione, Shift si basa sull’esperienza della gara, più che su una varietà estrema di automobili giocabili (anche se non è stato confermato se tutte le vetture saranno sbloccate dall’inizio). Quel che c’è di certo è che Shift regalerà una gamma di automobili modificate ed esotiche come la Porsche 997 GT 2,  l’Audi RS4, la Lotus Elise 111R, la Shelby Terlingua (una versione altamente modificata della Ford Mustang), la Chevrolet Corvette Z06 e la Pagani Zonda F. Il gioco comprenderà 70 vetture nel totale e tutte risulteranno estremamente realistiche una volta che vi ritroverete nella cabina di pilotaggio. L’esperienza sarà resa ancor più realistica dal fatto che la vostra vettura sarà penalizzata nelle performance in caso dovesse “impattare” contro troppi ostacoli durante la sua gara. Gli elementi ambientali promettono bene, con una folla animata, uomini della sicurezza e schermi LCD che aiuteranno a ricreare l’atmosfera di una vera e propria gara automobilistica.

Se, poi, siete degli amanti della cabina di pilotaggio, sareste soddisfatti nel sapere che gli interni sono stati trattati come l’ambiente esterno. Con un cruscotto realizzato nei minimi dettagli, animazioni del pilota e strumenti realmente funzionanti. Infatti, potrete ignorare completamente gli elementi sullo schermo e concentrarvi su quello che risulterà dalle strumentazioni all’interno dell’automobile, se lo desiderate. Inoltre, quando accelererete, la visuale balzerà all’indietro e durante in una frenata sbalzerà in avanti. Inoltre, l’HUD sobbalzerà nella visuale dal paraurti, per ricrearela sensazione di velocità e vibrazioni.

L’IA varierà da aggressivi a calmi e controllati piloti. Attenti ai primi, però, potrebbero cercare una vendetta personale se gli farete un torto in pista. Ci sarà ovviamente la possibilità di competere anche contro piloti umani, in partite online fino a 16 players.

Insomma, Need for Speed: Shift combina locations realizzate realisticamente, una simulazione del gameplay solida ed altre interessanti aggiunte che cercheranno di immergervi ancor di più nell’esperienza videoludica.  Sarà distribuito il 17 Settembre in Europa per PC, PS3, Xbox 360 e PSP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato