Anteprima Alice: Madness Returns

Pubblicato da: noth1ng- il: 09-03-2011 10:39 Aggiornato il: 01-09-2015 14:29

Sono ormai 11 anni di attesa. Era il 2000 quando la versione horror di uno dei racconti più affascinanti e fantastici della storia, vide la luce sui nostri PC. Ora, nel 2011, è in sviluppo e previsto per essere distribuito, un secondo titolo, chiamato Alice Madness Returns, sviluppato dalla stessa casa del precedente (Spicy Horse) e distribuito dalla Electronic Arts.

Grazie ad una dimostrazione alla quale hanno potuto assistere i ragazzi di gamespot, è possibile darvi qualche informazione in più sul prossimo titolo che vedrà la povera Alice alle prese con un paese, più che delle meraviglie, degli orrori. Pavimenti distrutti, colonne erose dal tempo e raggi di sole spenti. Attraverserete ben sei differenti posti e Alice si sposterà continuamente da Londra al paese delle meraviglie per scoprire qualcosa di più concreto sulla morte dei suoi genitori avvenuta 10 anni prima. Potrete sempre ricorrere all’aiuto dello stregatto per risolvere gli enigmi ed incontrerete personaggi conosciuti come il cappellaio matto ed il bianconiglio.

Durante il gioco, avrete spesso la possibilità di rimpicciolirvi. In questa forma ridotta, potrete vedere cose che normalmente non riuscivate, come ad esempio delle piattaforme. Noterete anche degli indizi e messaggi lasciati da altri bambini che si sono ritrovati in questo orrore. Vi ritroverete, chiaramente, a dover combattere con le classiche guardie carta. Potrete attaccarle con la vostra spada e quando saranno a terra finirle con una mazza pesante (che sarebbe poi un bastone con una testa di cavallo all’estremità). C’è anche una guardia più potente che potrà attaccarvi dalla distanza. Per eliminarla dovrete attendere un suo attacco e quindi colpirlo sulla schiena, fin quando non riuscirete ad eliminarla.

Sarete dotati anche voi di attacchi a distanza (grazie ad un trita pepe). Inoltre, avrete anche una sorta di lanciagranate, o per meglio dire, lanciateiere esplosive. Potrete piazzare queste granate e farle detonare quando lo riterrete più opportuno, per evitare che nemici più importanti possano avvicinarsi troppo a voi. Infine, avrete a disposizione un ombrello. Sì, detto così suona piuttosto inutile. Ma in realtà, tirandolo fuori ed aprendolo, potrete deviare i colpi dei vostri nemici e rimandarli al mittente. Alcuni nemici hanno delle vulnerabilità che dovrete scoprire prima di riuscire ad eliminarli.

Nel corso del gioco recupererete dei clip audio che permetteranno ad Alice di recuperare di volta in volta un poco di memoria repressa. A rendere più concitata l’azione ci penseranno vari eventi. Ad esempio vi troverete faccia a faccia con l’esecutore. Dovrete fuggire fino a quando non vi ritroverete in gazebo, in cui darete un morso ad una torta con un messaggio che reciterà “Eat Me” (mangiami). Assumerete quindi una forma gigante e l’esecutore finirà proprio sotto la vostra scarpa.

Una delle peculiarità del gioco è sicuramente la grafica. Gli artisti hanno fatto un lavoro eccellente ed il contrasto del vestito di Alice con i fondali seppia è davvero straordinario. Lo stesso si nota con gli altri personaggi (i vostri nemici). Gli sviluppatori hanno inoltre dato molto ascolto ai feedback dei vecchi fan, che ritenevano il combattimento del precedente capitolo piuttosto piatto. In Alice: Madness Returns sicuramente dovrete impegnarvi e la difficoltà aumenterà andando avanti nei livelli.

Alice è pronta ad un nuovo viaggio e voi sicuramente non vedete l’ora di accompagnarla. Questo titolo sarà distribuito il 14 Giugno su Playstation 3, Xbox 360 e PC.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato