Roulette: i sistemi dei giocatori più famosi

Pubblicato da: x0xShinobix0x- il: 11-02-2021 20:46

Il mondo dei casinò non attrae solo facoltosi imprenditori e celebrità dello spettacolo ma anche personaggi del mondo dei videogiochi che puntano alla realtà virtuale. La roulette è il vero cuore pulsante di ogni sala da gioco attorno al quale hanno ruotato fisici, matematici e teorici dei giochi, intenti a decifrarne i segreti, tra cui l’ingegnere Joseph Jagger, i matematici Andruchi e Labouchere, i gambler Charlie Wells e il Marchese D’Arago. Chi volesse ricalcare le orme di questi leggendari giocatori, non deve necessariamente procurarsi uno smoking e un biglietto per Las Vegas, costa meno imparare a giocare alla roulette online sperimentando i sistemi descritti in seguito.

Sistema D’Arago

Basato sugli studi di un giocatore che ha frequentato i casinò europei per decenni, il Marchese D’Arago. Consiste nel tener nota dei numeri usciti negli ultimi tre giri, e di puntare sulla dozzina e sulla colonna che includono il penultimo numero vincente.

Esempio:

Dopo essere usciti i numeri: 33, 4 e 11, si piazzerà una puntata sulla prima dozzina e una sulla prima colonna (quelle che comprendono il 4). Sia in caso di vincita che di perdita si continuerà a giocare con la stessa cifra, nel nostro caso sulla prima dozzina e sulla seconda colonna (quelle con l’11). Solo lo zero abbassa le chance di vittoria, ma tutto sommato è un sistema poco costoso che permette di resistere bene alle serie negative.

Metodo Labouchere

Scoperto casualmente dal celebre matematico francese, è una strategia applicata dai giocatori più esperti. Come prima cosa bisogna stabilire quanto si vuole vincere e in che sequenza, poi si procede a puntare su una chance semplice (pari-dispari, rosso-nero ecc) la somma della prima e ultima cifra della sequenza. In caso di vincita si cancellano gli estremi della sequenza, se si perde la si allunga aggiungendo la cifra appena persa.

Esempio:

Supponiamo si vogliano vincere 10 euro in una sequenza del tipo: 1-1-2-2-2-1-1. Si punta 1+1 = 2 euro sul rosso, se si vince cancelliamo il primo e l’ultimo “uno” dalla sequenza e si procede con il successivo giro. Se si dovesse perdere, si aggiunge il numero 2 alla destra della sequenza e si procederà a puntare 1+2 = 3 euro nel giro successivo. Il vantaggio del metodo è di poter programmare la propria vincita seguendo una schema semplice, di contro una serie negativa potrebbe mettere a rischio il proprio bankroll. Per questo è bene utilizzare una sequenza lunga e puntare a vincere non più del 25% del proprio budget di gioco.

Sistema dello specchio

Un metodo perfetto per i principianti ma spesso usato anche dai veterani del gioco. Si sceglie una chance semplice sul quale puntare e osservando le uscite si annota una serie di 6/10 numeri. Dopodiché si inverte la sequenza e si inizia a puntare al raddoppio, come nel celebre sistema Martingale, fino a ottenere una vincita.

Esempio:

Avendo scelto di giocare sul Rosso e Nero, dopo una sequenza R, R, N, R, N, N, R si andrà a puntare invertendo le uscite: N, N, R, N, R, R, N raddoppiando dopo ogni perdita. Una strategia semplice e vantaggiosa che può portare raramente alla bancarotta del giocatore, infatti la possibilità che una serie di sette numeri si ripeta identica è di 1 su 128.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato