Streets of Rage 4: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 07-05-2020 8:47

Chi è cresciuto con le sala giochi negli anni 90 avrà giocato almeno una volta un beat ‘em up, ossia un picchiaduro a scorrimento 2D come Streets of Rage.

A distanza di ben 26 anni arriva il quarto capitolo ed oggi vogliamo condividere con voi la Recensione di Streets of Rage 4, disponibile su PC, PS4, Nintendo Switch e Xbox One via Game Pass.

Il beat ‘em up nonostante fosse un genere molto in voga in quegli anni è apprezzato da molti anche ai giorni d’oggi, per questo continuano ad esserci sul mercato picchiaduro 2D a scorrimento di ogni genere, tuttavia quello di cui vogliamo parlarvi oggi è un classico.

Streets of Rage 4 Recensione

La saga di Streets of Rage è celebre quanto quella di Final Fight, una serie che coloro che hanno avuto la fortuna di vivere gli anni 90 ricorderanno. Quante giornate avete trascorso in sala giochi? ma sopratutto, quanti gettoni avete speso?

Oggi a distanza di molto tempo Streets of Rage torna alla luce con il quarto capitolo, grazie all’egregio lavoro svolto da DotEmu, il quale non solo prosegue un franchise oramai dimenticato da tempo ma lo fa in grande stile.

Streets of Rage è tornato e più in forma che mai, a dimostrazione di come non solo sia invecchiato decisamente molto bene ma si adatti allo stile dei videogiochi attuali, pur rimanendo fedele alle meccaniche che lo hanno reso celebre all’epoca.

Il gioco sfoggia un comparto grafico di attuale generazione, un 2D cartoonesco che sembra uscito da una serie animata, pensato più che altro per attirare i nuovi giocatori che non conoscono la saga. Si sa che se fosse stato in pixel art avrebbe attirato lo stesso i veterani.

Le meccaniche di gioco come anticipato sono le medesime dell’epoca, un classico picchiaduro a scorrimento 2D dove nei panni di diversi personaggi, ognuno dotato di uno stile di combattimento ed abilità proprie, dovrete suonarle di santa ragione ai nemici di turno.

E’ trascorso molto tempo dagli eventi di Streets of Rage 3, Mr X oramai passato a miglior vita (si fa per dire) ha lasciato il posto ai figli Mr e Miss Y, i quali intenti a proseguire i malvagi piani del loro defunto padre, installano per la città delle casse per ipnotizzare i cittadini con la loro musica diabolica.

Spetterà a vecchie conoscenze e nuovi arrivati porre fine al loro perfido e pericoloso piano, sconfiggendo i figli di Mr X come è avvenuto con il padre 26 anni prima.

Il gioco offre la possibilità di affrontare la storia sia in singolo che co-operativa locale e online, impedendo però a 2 giocatori di utilizzare il medesimo personaggio, come avveniva in passato del resto.

Gli oltre 10 livelli della storia portano il giocatore per le strade notturne della cittadina, il sistema fognario, la stazione di polizia, un treno in corsa e molte altre ancora, ogni livello con nemici il più delle volte simili ma boss unici da sconfiggere per proseguire la storia.

Come anticipato ogni personaggio dispone di un sistema di combattimento personale, con la possibilità di ricorrere ad un super attacco, raccogliendo degli appositi oggetti nello scenario.

Eliminando i nemici e rompendo gli oggetti è possibile raccogliere cibi per ripristinare la vita, monete e potenziamenti. Al termine di ciascun livello si ha una panoramica generale sulle prestazioni in gioco, ottenendo il relativo punteggio.

Al fine di permettere a chiunque di portare a termine l’avventura, il team di sviluppo ha pensato bene di proporre diversi livelli di difficoltà, dal più basso in cui si hanno molte vite a disposizione ed ulteriori aiuti a livelli più ostici pensati per i giocatori esperti.

Ogni qual volta scatta il gameover è possibile decidere se ricominciare il livello con degli aiuti oppure no. Nonostante siano presenti diversi personaggi selezionabili fin da subito, è possibile sbloccarne ulteriori nel corso della storia.

Non mancano all’appello easter eggs incentrati sui vecchi giochi della serie tra cui scontri con boss segreti in pixel art. Il tutto realizzato con uno stile grafico 2D accompagnato da una colonna sonora ritmica e piacevole da ascoltare.

Streets of Rage è tornato e più in forma che mai, da un comparto grafico moderno ad un sistema di gioco fluido, divertente e coinvolgente, con una longevità che si attesta sulle poche ore ma che alimenta la rigiocabilità nel completare l’avventura con ciascun personaggio.

Streets of Rage 4 Gameplay Trailer

  • 8.5/10
    Grafica - 8.5/10
  • 8/10
    Gameplay - 8/10
  • 8.4/10
    Sonoro - 8.4/10
  • 7.4/10
    Trama - 7.4/10
  • 7.7/10
    Longevità - 7.7/10
8/10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato