Sniper Elite 4: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 13-02-2017 14:00 Aggiornato il: 13-02-2017 9:00

Dopo i caldi deserti africani, Sniper Elite ci porta in Italia con il quarto capitolo della saga, ed oggi vogliamo condividere con voi la nostra Recensione in vista dell’imminente lancio su PC Steam, Xbox One e PS4.

Alla scoperta dell’Italia in guerra

Sniper Elite 4 ancora una volta ci porta nel bel mezzo del conflitto tra la Germania e le altre nazioni europee ma questa volta nel cuore dell’Italia. A differenza del passato il team di sviluppo ha deciso di offrire delle missioni singole con scenari molto vasti da esplorare, suddivisi in richieste principali, secondarie, eventi ed attività di vario tipo ed ovviamente i collezzionabili. All’inizio di ogni missione o quasi abbiamo la possibilità di personalizzare o modificare l’equipaggiamento, dialogare con i personaggi presenti sul luogo per attivare delle richieste secondarie o semplicemente prenderci una pausa.

Il gioco è suddiviso in svariate missioni con la possibilità di girovagare per la grande mappa, il che dimostra di come sia possibile fondere il free roaming alle singole missioni. Ogni scenario ci porta in una differente località italiana, dal pieno giorno al cuore della notte con differenti richieste da portare a termine, dal raccoglimento di importanti documenti all’eliminazione di un bersaglio. Completando una richiesta si ottengono punti esperienza che non solo permettono di salire di livello ma anche di acquistare nuove armi una volta sbloccate.

Collezionista di armi

All’inizio di ogni livello, prima di ritrovarci nell’area dove poter interagire con i personaggi secondari, ci viene offerta la possibilità di scegliere l’arsenale che andremo ad utilizzare in missione, il quale ovviamente è possibile cambiarlo in gioco. Per sbloccare le singole armi bisogna completare determinate richieste che non riguardano esclusivamente una missione principale o secondaria ma uccisioni con determinate armi e in situazioni specifiche.

Una volta sbloccate, è possibile acquistarle ed equipaggiarle per utilizzarle in tutte le missioni che compongono la campagna giocatore singolo. Non solo le armi ma anche i gadget possono essere sbloccati e impostati nell’inventario, dai medikit (disponibili fin da subito) a bende, granate, trappole e molto altro ancora. Durante il gameplay, in qualsiasi momento è possibile richiamare l’inventario premendo uno dei dorsali del controller, una ruota con tutte le armi e gadget a disposizione, con la possibilità sia di utilizzare ogni singolo oggetto in due modi differenti che impostarlo come accesso rapido tramite le croci direzionali.

Il mio nome è NESSUNO

Sniper Elite 4 si focalizza principalmente sullo stealth, anche se è possibile utilizzare un differente approccio come un qualsiasi sparatutto in terza persona, ritrovandosi il più delle volte in una situazione spiacevole. Numerose sono le armi a disposizione, dai fucili da cecchino che consentono di colpire nemici mortalmente dalla distanza, alle armi per lo scontro ravvicinato come pistole, pompa, mitragliette ed altro ancora.

In ogni livello vi sono numerosi nemici da sconfiggere o ignorare, spetta al giocatore decidere l’approccio da utilizzare, se agire furtivamente con una coltellata alle spalle, dalla distanza o in scontri a fuoco ravvicinati, utilizzando le tante coperture per evitare di essere colpiti. Attirare l’attenzione dei nemici non sempre è una buona soluzione in quanto il più delle volte si rischia di ritrovarsi di fronte i rinforzi armati di lancia razzi,carri armati o nel peggiore dei casi di navi e aerei. 

Una volta avvistati verrete segnalati sulla mappa e la vostra attuale posizione risulterà visibile ai nemici, con la possibilità di sfruttarla a proprio vantaggio per aggirare i soldati e coglierli di sorpresa mentre sono intenti a sparare in prossimità della vostra vecchia posizione. 

Morte a RAGGI X

L’elemento tipico della saga che ha permesso a Sniper di contraddistinguersi dalla massa ritorna anche in questo quarto capitolo, parliamo dell’effetto rallenty unito ai raggi X. Eliminando un nemico dalla distanza e trattenendo il fiato con il dorsale sinistro del controller, è possibile assistere ad un’animazione in cui il proiettile compie l’intero tragitto dalla canna del fucile al nemico mostrandoci una volta raggiunto il bersaglio, l’esplosione della mascella, il cuore, il polmone, i testicoli per un’uccisione brutale e cinematografica, effetto che è possibile ovviamente disattivare dalle impostazioni per velocizzare l’uccisione.

Eliminare un nemico sparandolo alla testa o in un qualsiasi altro punto mortale, permette di guadagnare un maggior numero di punti esperienza a discapito ovviamente dell’allarme, il quale non esiterà a scattare. I nemici vicini alla vittima uccisa entreranno nello stato di sospetto per poi passare alle armi nel caso in cui ci si esponga troppo da essere avvistati.Nella mappa di gioco non sono presenti solo i nemici contraddistinti da un punto bianco (ignari della vostra posizione), giallo (sospettosi), rossi (armati fino ai denti) ma anche i mezzi di trasporto o l’arsenale nemico che come per le singole guardie, mutano il proprio colore in base allo status.

Happy New Year

Oltre a disporre di fucili, granate e trappole, è possibile utilizzare barili, cariche ed altro ancora per dare il via ad uno spettacolo pirotecnico, al fine sia di distrarre le guardie per passare inosservati che per eliminare la corazzata nemica. Premendo il tasto Menù (abbiamo testato la versione XBOX ONE), è possibile consultare la mappa con tutte le missioni principali e secondarie da portare a termine.

Per completare un livello basta portare a termine le richieste principali, ma per salire di grado e di conseguenza sbloccare un nuovo arsenale, è consigliabile completare il tutto, dal raccoglimento dei documenti all’eliminazione di bersagli, corazzate ed altro ancora. Una volta portate a termine tutte le richieste principali, appare sulla mappa una bandiera con il punto da raggiungere per assistere ad una breve cutscene e di conseguenza finire la missione. 

Sniper Elite 4 GAMEPLAY TRAILER

La versione da noi testata è quella XBOX ONE, su una Smart TV 4K HDR e una XBOX ONE S, il gioco presenta nelle ultime missioni dei cali di frame eccessivi, nulla che non si possa risolvere con una patch (la prima prevista al D1), problemi che rendono quasi ingiocabili alcuni livelli, cali di frame che si verificano in prossimità di numerosi elementi dinamici sullo schermo. Altro problema riguarda il caricamento della partita a seguito del gameover dallo stesso identico punto in cui si è morti e di conseguenza nella medesima situazione. 

Se ad esempio la morte è stata causata dalla presenza di numerosi nemici armati nelle vicinanze, al caricamento della partita ci ritroveremo nella stessa condizione, nonostante ci venga offerta la possibilità di salvare i progressi e caricarli manualmente in qualsiasi momento. Come ultimo inconveniente vi è l’eliminazione dei bersagli, spesso pur sparando alla testa con un cecchino, il nemico non muore, costringendoci ad utilizzare una quantità maggiore di proiettili.

3.5

Per certi versi Sniper Elite 4 come i predecessori potrebbe risultare ripetitivo alla lunga ma nonostante questo le singole missioni sono state concepite in modo da portare la longevità del titolo alle decine di ore, tra collezionabili e richieste varie. Un gioco rivolto sia a coloro che amano affrontare la campagna in singolo che a chi è alla ricerca di una competizione online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato