Flipping Death: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: x0x Shinobi x0x- il: 07-08-2018 7:36 Aggiornato il: 07-08-2018 7:43

Dai creatori di Stick it to the Man arriva Flipping Death, ed oggi vogliamo condividere con voi la nostra Recensione su gentile concessione Zoink Games

Flipping Death Recensione

Penny Doewood, ragazza goth e appassionata di occultismo, dopo aver perso il lavoro presso un’agenzia di pompe funebri decide di tornare a casa con il ragazzo ma un’incidente ne causa la morte, trasportandola nell’aldilà, dove farà la conoscenza della morte, la quale le affiderà il proprio lavoro.  

Ed è qui che inizia la nostra storia. In Flipping Death a differenza di Stick it to the Man potremo contare sulle abilità della morte per passare dal mondo dei vivi a quello dei morti in qualsiasi momento, prendendo il controllo degli esseri viventi per utilizzarli nello scenario come fossero marionette.

Tra le abilità di Penny vi è la possibilità di ascoltare i pensieri dei vari personaggi, allo scopo di completare una serie di attività e missioni primarie e secondarie come accadeva nel precedente capolavoro di Zoink Games.

Lo scopo ultimo del gioco è quello di aiutare i fantasmi del regno dei morti a risolvere le faccende in sospeso, per farlo ci ritroveremo più volte a tornare nel regno dei vivi. 

Ogni abitante o animale che impersoneremo vanta azioni specifiche, pensate per la risoluzione dei vari puzzle ambientali.

Con la falce in dotazione è possibile sia teletrasportarsi che raggiungere zone elevate, raccogliendo degli oggetti speciali sbloccheremo la possibilità di entrare nel corpo di determinati personaggi.

Non mancano all’appello sfide opzionali che permettono di sbloccare carte collezionabili raffiguranti i personaggi del gioco con tanto di descrizione.

In Stick it to the Man, avevamo una mano aliena a disposizione per arrampicarci ed ascoltare i pensieri degli altri personaggi, in Flipping Death ci viene data la possibilità anche di prendere il controllo degli stessi.

E se il Gameplay si distacca dal precedente capolavoro di Zoink Games, non possiamo dire lo stesso per il comparto grafico in cell shading ma dai tratti oscuri e animazioni esilaranti, senza contare la presenza di easter egg e personaggi provenienti proprio da Stick it to the Man.

Capiterà spesso di imbattersi in personaggi già incontrati in passato, sia nel mondo dei morti che in quello dei vivi.

Ancora una volta Zoink Games riesce a stupire,intrattenere e divertire il giocatore, ponendoci di fronte un gioco originale e longevo quel tanto che basta, da evitare la noia di ritrovarsi di fronte missioni identiche tra loro allo scopo di allungarne il brodo. 

Il titolo ancora una volta presenta il doppiaggio in inglese con i sottotitoli italiani, i quali permettono a coloro che non masticano l’inglese di capire la trama e le attività da portare a termine.

Flipping Death è un autentico capolavoro sotto ogni punto di vista, nonostante la presenza a volte di attività simili tra loro, portandoci per l’intera durata del titolo a passare di continuo dal regno dei morti a quello dei vivi e viceversa, per ascoltare i desideri dei defunti e realizzarli nel mondo reale.

Flipping Death Gameplay Trailer

  • 8.8/10
    Grafica - 8.8/10
  • 8.5/10
    Gameplay - 8.5/10
  • 8.4/10
    Sonoro - 8.4/10
  • 8.6/10
    Trama - 8.6/10
  • 7.7/10
    Longevità - 7.7/10
8.4/10

x0x Shinobi x0x

SEO WEB COPYWRITER: Tester, Recensore, Blogger ,Youtuber e Streamer, appassionato di Tecnologia e Intrattenimento Videoludico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato