Il CEO di Ubisoft ” Per contrastare la pirateria ci vuole il Freetoplay”

Pubblicato da: x0xShinobix0x- il: 23-08-2012 10:26 Aggiornato il: 03-09-2013 11:12

Il CEO di Ubisoft Yves Guillemot ai microfoni di GamesIndusty, ha spiegato che per sconfiggere la pirateria basta proporre ai videogiocatori la modalità Free to play nei giochi.

Che cosa sono i free to play? Questo tipo di giochi, come suggerisce la parola stessa, sono completamente gratuiti o almeno il gioco in se e l’online un pò come accade con buona parte degli MMORPG sul PC. La domanda sorge spontanea, se i giochi sono gratuiti, le software house che li producono cosa ci guadagnano?

Semplice! Guadagnano sui contenuti! In pratica il gioco viene distribuito gratuitamente mentre le espansioni, pacchetti extra e cosi via dicendo a pagamento. Prendiamo ad esempio un MMORPG per PC tanto per aiutarvi a comprendere il succo del discorso. Un gioco come elSword oppure Florensia tanto per dirne qualcuno, sono gratuiti da scaricare e da giocare ma se volete avere un nuovo personaggio, nuovi vestiti ecc che non inclusi nel gioco, bisogna pagare. In questo modo secondo quanto afferma il CEO di Ubisoft, la pirateria viene ridotta di molto in quanto non serve piratare il gioco perchè è già gratuito e quindi spingerebbe i pirati a giocare alla versione gratuita senza danneggiare il settore e coloro che prima acquistavano regolarmente il gioco a spendere i propri soldi negli aggiornamenti e per aggiornamenti sono intesi i DLC ovviamente.

Senza contare che i FTP hanno vita lunga, perchè sono supportati dai team che li producono con nuove patch, DLC e quanto altro ancora, sopratutto se si parla di RPG o MMORPG. Avete mai visto un gioco simile senza nuovi update, aggiornamenti di server o altro? Personalmente no e voi? Che il futuro sia solo FTP? Questo non lo sappiamo, ma potrebbe significare solo una cosa, addio al retail! Anche perchè è difficile se non addirittura impossibile andare in un negozio di videogiochi e prendere dei giochi retail gratuitamente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato