Twitch si scusa per le pubblicità aggressive sui maggiori Streamer

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 29-01-2019 16:06 Aggiornato il: 29-01-2019 16:09

Se utilizzate Twitch per guardare i Gameplay in Streaming, vi sarete sicuramente accorti delle pubblicità invadenti che hanno colpito di recente la piattaforma,  mirate a pubblicizzare i più grandi Stramer

La mossa in questione non è stata accolta a braccia aperte dalla community di giocatori e spettatori, i quali hanno espresso il proprio disappunto con una serie di commenti e critiche devastanti, al punto che gli autori di Twitch sono intervenuti per scusarsi.

Twitch si scusa per la pubblicità invadente

In un recente post su Twitter, gli autori di Twitch hanno affermato:

Abbiamo rimosso il più recente annuncio ed eviteremo in futuro di pubblicare annunci pubblicitari per eventi o creatori di contenuti ,che possano in qualche modo allontanare i vostri spettatori o indirizzarli verso altri canali Twitch.  

Inutile dire che gli Streamer pubblicizzati non hanno avuto nulla da ridire (giustamente), a differenza di coloro che si sono visti ridurre gli spettatori, dopo che questi hanno assistito ad una pubblicità di un altro Streamer.

In altre parole gli Streamer che hanno una partnership con Twitch, possono monetizzare in molteplici modi, tra cui mostrando delle pubblicità durante la trasmissione. Di recente Twitch aveva iniziato a pubblicizzare determinati Streamer ovunque.

Immaginate di essere partner di Twitch, gli spettatori vengono a vedere la vostra diretta e si ritrovano di fronte a delle pubblicità di altri Stremar durante la vostra trasmissione. Cosa ne pensate? 

Vi informiamo o ricordiamo che ogni giorno siamo in diretta con nuovi Gameplay in Streaming, tra cui il recente Kingdom Hearts III! Potete seguirci da QUI!

Giovanni Damiano

Appassionato di Videogiochi, Tecnologia e Intrattenimento, trascorre le giornate nei meandri più tenebrosi della Transilvania, cibandosi di conoscenza.

Se volete contattarmi potete farlo con una Email o sui Social Facebook,Twitter, Ludomedia , Instagram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato