The Division 2: BETA, Contenuti Gratuiti, Zona Nera e molto altro

Pubblicato da: x0x Shinobi x0x- il: 07-02-2019 11:07 Aggiornato il: 07-02-2019 11:09

A partire da oggi coloro che sono stati selezionati da Ubisoft potranno provare in Anteprima la CLOSED BETA di The Division 2. Per tale occasione vogliamo condividere con voi numerosi dettagli sul gioco.

The Division 2: I contenuti della Closed Beta

Chirs Early vice presidente della sezione partnership di Ubisoft ha dichiarato:

Abbiamo deciso di affidare ad Epic il compito di gestire i nostri fan su PC, dal pre-order del gioco e la BETA al lancio dello stesso previsto per il 15 Marzo. Il loro modello di distribuzione di terze parti è l’esempio di come Epic continui a stravolgere l’industria videoludica. Ubisoft ha intenzione di supportarla.

La Closed Beta permetterà ai giocatori di avere un primo assaggio di ciò che li attenderà in Tom Clancy’s The Division 2. Dopo aver stabilito la propria base operativa nella Casa Bianca, gli agenti potranno avventurarsi in una Washington D.C. completamente trasformata, sbloccando nuove abilità e capacità, potenziando il proprio personaggio fino al livello sette e scoprendo la parte orientale dello scenario liberamente esplorabile, che avrà i seguenti contenuti:

  • Due missioni principali, disponibili nella modalità Storia, Normale e Difficile
  • Cinque missioni secondarie e attività aggiuntive nello scenario liberamente esplorabile
  • Un’esperienza di gioco PvPvE unica in una delle tre nuove Zone Nere
  • Un’esperienza di gioco PvP organizzata in una modalità Conflitto, Schermaglia

Oltre a questi contenuti, a partire dalle 17:00 CET dell’8 febbraio, i fan di The Division 2 avranno l’opportunità di provare direttamente alcuni contenuti dell’endgame con una missione inedita. I giocatori potranno provarla con un limite di livello pari a 30 e sbloccando le nuove specializzazioni Survivalista, Tiratore scelto o Demolitore.

The Division 2: I Requisiti PC

Minimi– 1080p | 30 FPS

  • OS: Windows 7 | 8 | 10
  • CPU: AMD FX-6350 | Intel Core I5-2500K
  • RAM: 8 GM
  • GPU: AMD Radeon R9 270 | Nvidia Geforce GTX 670
  • VRAM: 2 GB
  • DIRECT X: DirectX 11 | 12

Consigliati– 1080p | 60 FPS

  • OS: Windows 7 | 8 | 10
  • CPU: AMD Ryzen 5 1500X | Intel Core I7-4790
  • RAM: 8 GB
  • GPU: AMD RX 480 | Nvidia Geforce GTX 970
  • VRAM: 4 GB
  • DIRECT X: DirectX 11 | 12

Alti– 1440p | 60 FPS

  • OS: Windows 7 | 8 | 10
  • CPU: AMD Ryzen 7 1700 | Intel Core I7-6700K
  • RAM: 16 GB
  • GPU: AMD RX Vega 56 | Nvidia Geforce GTX 1070
  • VRAM: 8 GB
  • DIRECT X: DirectX 11 | 12

Elite – 4K | 60 FPS

  • OS: Windows 7 | 8 | 10
  • CPU: AMD Ryzen 7 2700X | Intel Core I9-7900X
  • RAM: 16 GB
  • GPU: AMD Radeon VII | Nvidia Geforce RTX 2080 TI
  • VRAM: 11 GB
  • DIRECT X: DirectX 11 | 12

The Division 2: Gli Agenti Rinnegati

A differenza del capitolo precedente, Ubisoft ha deciso di proporre un sistema rinnovato, suddividendo la progressione in 3 parti.

Il giocatore che riceverà lo Status di Traditore si troverà a svolgere attività dove dovrà impegnarsi per rubare il bottino ad altri giocatori, tagliando i cavi di estrazione e dirottando i rifornimenti per ottenere l’accesso al covo dei ladri. Quest’ultimo è un HUB gestito da ricettatori di armi ed equipaggiamenti vari, presso i quali il Traditore può ripristinare lo status di Normale.

Traditori che vorranno passare allo status di Rinnegati non dovranno fare altro che attaccare ed abbattere un Agente, cosi facendo il sistema di progressione diverrà simile al primo The Divisionma con la differenza che è possibile peggiorare ulteriormente il proprio Status eliminando molteplici agenti.

L’ultimo Status è Caccia all’uomo, in quest’ultima fase il giocatore dovrà raggiungere il terminale SHADE per azzerare il livello e ricevere ricompense di alto livello. 

The Division 2: Nuovi dettagli e contenuti post lancio

Il Senior Produer Tony Sturtzel  ha dichiarato:

Lanceremo il gioco con pochi elementi, sviluppati unicamente per garantire la migliore esperienza PvP.  I giocatori potranno aspettarsi nuovi elementi in futuro, accessibili solo dopo aver completato la campagna, tra cui nuove missioni sulla storia, mappe e molto altro.

Il nostro obiettivo è quello di invogliare il giocatore a completare la storia principale prima di dedicarsi al multiplayer. 

Concludiamo con alcune interessanti informazioni:

  • Le Zone Nere sono 3, ognuna con la sua storia e dinamiche
  • Potenziata la capacità dei server e la dimensione del gioco (12 giocatori supportati contemporaneamente)
  • Il nuovo operatore della Zona Nera darà accesso ad una nuova interfaccia
  • Tramite un sistema di bonus è possibile sbloccare tutti e 5 i livelli della Zona Nera
  • Tra i vantaggi vi sono: spazio extra per gli oggetti contaminati, ricompense più ricche per gli agenti traditori, migliori opportunità di saccheggio
  • I potenziamenti equipaggiamento più rari recuperati nelle Zone Nere, dovranno essere estratti e finiranno nell’inventario
  • Armi ed equipaggiamenti raggiungeranno automaticamente il livello del giocatore che li usa
  • Migliorato il matchmaking con una normalizzazione del livello dei giocatori suddivisi per fasce 1-10, 11-20 e 21-30
  • Eventi dinamici chiamate Zone Nere occupate, durante i quali i giocatori dovranno usare al massimo i mezzi a disposizione per sopravvivere e ottenere ricompense vantaggiose
  • Modalità competitiva 4 vs 4 denominata Conflitto, che avrà luogo in 3 mappe separate da quella principale

Tom Clancy’s The Division 2 sarà disponibile in tutto il mondo dal 15 marzo 2019 per PlayStation 4, Windows PC e la famiglia di dispositivi Xbox One, tra cui Xbox One X.

x0x Shinobi x0x

SEO WEB COPYWRITER: Tester, Recensore, Blogger ,Youtuber e Streamer, appassionato di Tecnologia e Intrattenimento Videoludico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato