Skylanders Spyro’s Adventure : Alla scoperta di Warnado, Camo e Wham-Shell!

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 10-04-2012 11:29 Aggiornato il: 10-04-2012 21:48

Activision ha annunciato che gli ultimi 3 Skylanders sono pronti ad approdare nei negozi, molto probabilmente a partire dal prossimo mese, considerando che a fine Aprile verranno rilasciati Ignitor, Zook e Lighting Rod.

Gli ultimi 3 Skylanders che completeranno la collezione di Skylanders Spyro’s Adventure sono Warnado, Camo e Sham Shell, in attesa del lancio nei negozi di Skylanders Giant e della nuova serie di mini action figure prevista per fine anno, vogliamo riportarvi i dettagli di questi 3 nuovi eroi che non devono assolutamente mancare alla vostra collezione!

Per coloro che non lo sanno, Skylanders Giant è un vero e proprio seguito di Skylanders Spyro’s Adventure, vanterà di ben 8 colossi, uno per ogni elemento e ulteriori 28 mini action figure suddivisi negli 8 elementi. Molto probabilmente come per il primo titolo della serie, anche per il seguito, collezionare tutti i personaggi sarà un impresa ardua e lunga.

Warnado nasce dalla furia di un tornado incantato. E’ uno dei padroni dell’Elemento dell’Aria, infatti la sua abilità risiede nello scatenare dei violenti tornado capaci di far letteralmente volare i propri nemici, premendo il tasto azione nei panni di Warnado, si eseguirà una combo simile ad una trottola!

Camo è nato nell’Albero della Vita, è per metà un drago e l’altra metà una pianta. Vanta di foglie squamose che emanano una ribollente energia vitale. Il suo più grande potere è quello di far nascere e crescere velocemente delle verdure o frutti esplosivi.

Wham-Shell, ultimo ma non meno importante degli Skylanders, è il Re di un regno nelle profondità degli oceani di Skyland. A causa dell’invasione di una legione di troll nella sua utopia, Wham ha deciso di allearsi con gli altri skylanders per sconfiggere il pericolo che minaccia la quiete di Skyland. Munito della sua potente mazza da re, è in grado di colpire gli avversari con dei colpi micidiali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato