Anteprima Resident Evil: The Darkside Chronicles

Pubblicato da: Luca M.- il: 29-04-2009 10:49 Aggiornato il: 11-06-2015 9:55

The Darkside Chronicles è il seguito molto atteso del titolo Umbrella Chronicles per console Wii. Il gioco è in sviluppo da Cavia che, insieme a Capcom, hanno preso in considerazione i feedback degli utenti per migliorare l’esperienza generale. In quest’articolo vi parliamo della presentazione ad opera di Masachika Kawata.


A differenza del suo predecessore (Umbrella Chronicles) questo titolo sembra avere un approccio molto più focalizzato. Infatti, mentre Umbrella Chronicles mostrava scenari da diversi titoli Resident Evil: The Darkside Chronicles sembra girare attorno solamente al secondo capitolo della serie. Nel singleplayer impersonerete Leon Kennedy, con l’aiuto di Claire Redfieldnel multiplayer cooperativo, due sopravvissuti all’insorgenza degli zombie a Racoon City.

L’approccio più diretto ad un singolo episodio della serie, viene dal fatto che, secondo gli sviluppatori ed i produttori di questo titolo, Leon e Claire sono due personaggi molto forti che meritavano una rivisitazione. In aggiunta, RE2 sembra essere il capitolo preferito dai fans. Kawataha infatti precisato che il loro obiettivo è quello di creare una potente esperienza horror e, grazie ad i feedback ricevuti dagli utenti in seguito al capitolo precedente, l’esperienza videoludica è stata cambiata.
In aggiunta a questo, il motore del gioco è stato migliorato per poter permettere l’utilizzo di nuove luci ed effetti grafici, senza dimenticare la fisica Havok; tutto, a favore della creazione di un’ottima atmosfera horror.

La dimostrazione comincia all’inizio di RE2, con Leon che entra nella città ed in seguito incontra Claire. Come in precedenza, il gioco è on-rail ma sembrerebbe che non avrete più la possibilità di guardarvi intorno. I feedback degli utenti e la voglia degli sviluppatori di voler creare una certa atmosfera, sono risultati in uno shooter on-rail ancor più tradizionale. In compenso, è stata aggiunta una camera molto più “cinematografica” (un beneficio tratto dalla rimozione della possibilità di guardarsi intorno) e molto più audio. Sentirete, infatti, Leon e Claire parlare fra di loro, mentre si faranno strada all’interno della città. Avrete la possibilità di collezionare oggetti durante la vostra avventura, semplicemente puntandoli e premendo A quando verrà richiesto.
Una delle novità più interessanti è quella di poter assegnare le armi ai vari pulsanti del D pad del Wii Remote , in modo che possiate cambiare arma “on the fly”, durante i vostri incontri non proprio piacevoli. Inoltre, anche l’opzione di cura sarà molto importante.

La dimostrazione continua con la coppia che si fa strada per arrivare alla stazione di polizia, passando fra vicoli stretti e sui tetti dei palazzi. Questo “giro turistico” ha dato la possibilità di mostrare i vari tipi di zombie che incontrerete durante la vostra avventura. I tanto “amati” cani zombie e gli stormi di uccelli, saranno facilmente eliminabili con lo shotgun, ma vi ricorderanno che le cose non vanno per niente bene, in città. Inoltre, i barili esplosivi, durante il vostro cammino, saranno i vostri migliori amici.
La dimostrazione, in ogni caso, si è conclusa con i due arrivati alla stazione di polizia. Lì, realizzeranno che una manciata di poliziotti zombie non possono certamente essere d’aiuto.

Parliamo ora da un lato più “tecnico”. Il gioco non supporterà la periferica Wii MotionPlus e la difficoltà è stata modificata, dal capitolo precedente. Per quanto riguarda il multiplayer, Kawata ha dichiarato che era stato preso in considerazione, ma è stato annullato in seguito a dei problemi che rendevano l’esperienza online molto “faticosa”. E’ stato comunque dichiarato che nel gioco ci sarà una sorta di modalità online, ma non è stato specificato nient’altro. Per quanto riguarda la storia, sappiamo che sarà basata su RE2, ma come si evolverà la trama, starà a voi scoprirlo. Se siete dei fan delle voci inglesi, infine, sarete contenti di sapere che gli sviluppatori sono stati in grado di “rimediare” gli stessi attori per Claire, Leon e Ada. Sfortunatamente, lo stesso non è successo per Sherry Birkin.

Resident Evil: The Darkside Chronicles, in conclusione, sembra un ottimo seguito ad Umbrella Chronicles. La più tradizionale forma onrail che è stata donata a questo titolo, sembra combaciare perfettamente con l’atmosfera che è stata creata intorno. Inoltre, la scelta di utilizzare RE2, è stata un’ottima mossa.
Ricordiamo che The Darkside Chronicles è previsto per la distribuzione, prossimamente quest’anno, esclusivamente per console Wii.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato