Yapoo il bestiame umano

Titolo: Yapoo il bestiame umano
Autore: Tatsuya Egawa
Casa editrice: d/Visual
Anno di uscita in Italia: 2006
Volumi: in corso
Lettura: Normale
Genere: fantascienza
Personaggi: Pauline, Rin, Clara Von Kotowitz

Siamo in Germania, a metà  degli anni 60. La nobile Clara Von Kotowitz sta trascorrendo una vacanza assieme al suo fidanzato Rinichiro Sebe, promettente e prestante studente giapponese. La loro piacevole vacanza viene interrotta dalla caduta di un oggetto enorme sulla loro abitazione nelle montagne. L’oggetto non porrà  fine solamente alla loro vacanza, ma segnerà  uno stravolgimento nelle loro vite. A distruggere lo chalet, scopriranno poco dopo, è stato nientemeno che una navetta spaziale, pilotata dalla splendida Pauline, svenuta durante il volo. La donna, come ci verrà  rivelato durante la storia, è una viaggiatrice temporale proveniente da un lontano futuro, una società  matriarcale dove le donne regnano incontrastate, e dove la parità  tra le razze è stata abbandonata a favore di una sorta di schiavitù alla massima potenza. Come oggi la razza umana si permette di manipolare i non umani, nel futuro per la razza bianca sarà  la norma utilizzare le razze inferiori per i loro scopi. Esempio di tutto questo saranno proprio i discendenti della stirpe giapponese, gli yapoo, allevati in riserve e totalmente disponibili a manipolazioni o ad orrende modifiche genetiche. Durante il suo volo Pauline è stata costretta ad un atterraggio di emergenza, incrociando la strada ai due protagonisti, una nobile tedesca ed un giapponese