Fallout 76: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: Luca M.- il: 20-11-2018 8:25 Aggiornato il: 06-06-2019 15:55

Dopo aver condiviso con voi la nostra Anteprima su Fallout 76, basata sulla Closed Beta che abbiamo provato su Xbox One X, quest’oggi vogliamo condividere con voi la nostra Recensione proveniente dalla versione definitiva, giocata sempre su console Microsoft.

Fallout 76 Recensione

Al termine della Closed Beta ci siamo fatti un’idea di cosa ci aspettava nella versione definitiva del titolo, da meccaniche di gioco tipiche della serie Fallout ad un vasto open world tutto da esplorare, con qualche problema che non ci saremmo aspettati di ritrovare. 

Il gioco inizia con l’uscita dal Vault, se avete giocato come noi la Closed Beta, riprenderete i progressi dall’ultimo punto raggiunto, sbloccando alcuni degli obiettivi e trofei già completati in precedenza.

Dopo aver preso dimestichezza con i comandi ed aver raccolto tutto l’occorrente per uscire allo scoperto, ci dirigiamo all’esterno del Vault per esplorare un mondo di gioco apocalittico e in rovina. I pochi sopravvissuti sono emersi dal sottosuolo per ricominciare a vivere, in uno scenario popolato da bestie mutanti, edifici in rovina e alimenti infetti. 

A differenza della serie Fallout non vi sono personaggi ad assegnarci missioni, il tutto viene gestito da terminali e note sparse per il mondo di gioco, pronte a raccontarci delle storie.

Il primo approccio con il mondo esterno avviene tramite un piccolo campo, dove è possibile craftare armi e munizioni, oggetti utili per la propria sopravvivenza o semplicemente interagire con altri giocatori.

L’interazione con i giocatori avviene tramite emoticon e movenze, richiamabili con un’apposita ruota.  Per evitare di ritrovarsi in un farwest, Bethesda decide di creare un PvP molto particolare, sparando un giocatore se questi risponderà al fuoco inizierà lo scontro, in caso contrario non sarà possibile eliminarlo.

Essendo un survival online non poteva mancare la presenza degli indicatori della fame e sete, i quali dovranno essere tenuti sotto controllo costantemente insieme a vita e stamina, ricaricabili gradualmente con siringhe o nutrendosi con cibi e bevande decontaminate. 

Esplorando il vasto scenario è possibile imbattersi in munizioni, cibi e oggetti utili per il crafting, i quali vantano di statistiche uniche che possono essere consultate tramite il Pip-Boy, richiamabile in qualsiasi momento con la pressione dell’apposito tasto.

Tramite il Pip-Boy è possibile gestire l’inventario, consultare le missioni in corso e quelle completate, le abilità e statistiche del personaggio e molto altro ancora. 

Portando a termine le missioni o richieste si ottengono punti esperienza per livellare, con la possibilità di assegnare delle carte al personaggio per usufruire di particolari agevolazioni, da una migliore resistenza ai danni alla possibilità di trasportare un numero maggiore di oggetti.

L’inventario non è un buco nero, terminati gli slot ci ritroveremo a scartare gli oggetti più inutili, riponendoli negli appositi contenitori o cestinandoli per strada, permettendoci allo stesso tempo di ripristinare anche la velocità di movimento del personaggio, dipesa dal numero di oggetti trasportati.

Incontrando altri giocatori è possibile fare squadra con essi per portare a termine gli incarichi, invitandoli nel proprio team e dividendo con essi il bottino.  Alla morte del personaggio verremo teletrasportati al più vicino checkpoint raggiunto, con la possibilità di recuperare il maltolto interagendo con il cadavere. 

Fallout 76 fonde le meccaniche di gioco della serie Fallout ai survival MMO, un sogno divenuto realtà per i fan della serie, peccato che le problematiche che affliggono il titolo non siano poche. La BETA ci ha convinto ma il prodotto finale ha purtroppo deluso le nostre aspettative.

Come anticipato abbiamo provato il gioco su Xbox One X, ci aspettavamo di trovarci di fronte per lo meno le due tradizionali opzioni: Grafica o FPS, purtroppo però il gioco si presenta graficamente limitato con drastici e persistenti cali di framerate sia durante gli scontri che l’esplorazione.

Graficamente parlando possiamo paragonare Fallout 76 su Xbox One X ad un PC di fascia bassa, i cali di frame rate se uniti a disconnessioni, bug e glitch che ci hanno costretto delle volte a ricominciare le missioni, rendono il titolo tutt’altro che brillante.

Una prima patch del peso di 50 GB è già disponibile, apportando miglioramenti non indifferenti ma che non rendono ancora giustizia ad un titolo tanto atteso dai fan della serie. 

Fallout 76 Gameplay Trailer

  • 7/10
    Grafica - 7/10
  • 6.5/10
    Gameplay - 6.5/10
  • 8/10
    Sonoro - 8/10
  • 7.7/10
    Trama - 7.7/10
  • 8.5/10
    Longevità - 8.5/10
7.5/10