Dimension Drifter: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: Luca M.- il: 09-10-2018 7:52 Aggiornato il: 06-06-2019 15:58

Siete alla ricerca di un passatempo frenetico e violento? Allora Dimension Drifter potrebbe fare al caso vostro, un gioco che nella sua semplicità riesce a divertire il giocatore. Quest’oggi su gentile concessione dell’autore vogliamo condividere con voi la nostra Recensione.

Dimension Drifter Recensione

Dimension Drifter è un action sparatutto in terza persona, nel quale vestiamo i panni di una prosperosa fanciulla senza alcuna identità, non c’è una vera e propria trama, nessuna cutscene o boss fight, ci ritroviamo in scenari pressochè identici con 4 tipologie circa di nemici da trucidare con l’arsenale in dotazione.

Dopo aver creato lo slot di salvataggio, veniamo catapultati nel menu delle missioni, dove è possibile decidere di volta in volta quale degli stage affrontare tra i 3 disponibili, i quali variano in grandezza della mappa e di conseguenza numero di nemici da eliminare.

Lo scopo ultimo non è quello di trucidare tutte le mostruosità incontrate, ma di interagire con una sorta di tavola magica o qualcosa del genere. 

Eliminare i nemici ci farà guadagnare punti esperienza con i quali livellare nella storia e non con il personaggio, più nemici uccidiamo e stage completiamo e maggiori sono le probabilità di accedere al capitolo successivo, il quale proporrà mappe sempre più grandi e articolate ma con gli stessi nemici.

Inizialmente avremo a disposizione solo una pistola, un fucile e una spada allo state base, con il progredire del gioco potremo sbloccare potenziamenti e skin per le suddette armi. Purtroppo il gioco da noi provato e quello attualmente disponibile su Steam, è in Early Access, il che significa che molti contenuti tra cui nuove armi, personaggi, stage, mostri e negozio verranno aggiunti con il tempo. 

Durante i livelli avremo a disposizione un HUD accurato, il quale riporta il numero di colpi a disposizione per ogni arma, la barra vitale e lo scudo, la barra dello stamina, quest’ultima ci permette di rallentare il tempo per un breve periodo, e una mini mappa, la quale ci mostra la nostra posizione e le stanze non ancora visitate.

Dimension Drifter è ispirato per certi versi al celebre DOOM, sia in velocità che meccaniche di gioco, dal sangue a volontà pronto a colorare una stanza in seguito all’esplosione di un mostro, a porte da aprire con la Keycard

Disseminati nello scenario vi sono non solo monete,da spendere nel negozio appena verrà introdotto in gioco, ma anche kit per il recupero dell’energia, stamina o munizioni per le armi in dotazione.

Nonostante sia possibile equipaggiare fino a 4 armi da fuoco simultaneamente, per ora ne sono disponibili solo 2, per tanto ci ritroveremo ad alternarci tra pistola e fucile, ricorrendo alla spada solo in caso di emergenza.

Avrete sicuramente intuitivo di non trovarvi di fronte un capolavoro, ma non possiamo di certo negare il divertimento offerto dal titolo, che purtroppo essendo ancora in Early Access ha davvero poco da offrire in termini di varietà.

Avremmo indubbiamente gradito più scenari, armi e magari qualche boss fight, le premesse ci sono tutte, non ci resta che attendere per scoprire come il titolo si evolverà nel corso del tempo.

Dimension Drifter Gameplay Trailer

  • 5/10
    Grafica - 5/10
  • 6.5/10
    Gameplay - 6.5/10
  • 6/10
    Sonoro - 6/10
  • 2/10
    Trama - 2/10
  • 7.5/10
    Longevità - 7.5/10
5.4/10