BOUNDLESS: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: Luca M.- il: 19-09-2018 9:26 Aggiornato il: 06-06-2019 16:00

Quest’oggi vogliamo condividere con voi la nostra Recensione di un nuovo MMO sviluppato da Wonderstruck Games, che richiama per certi versi il celebre Minecraft, ci stiamo riferendo a Boundless, che abbiamo avuto modo di provare su PS4 su gentile concessione Kartridge.

BOUNDLESS Recensione

Disponibile su Steam già dal lontano 2014 in Early Access, è recentemente approdato anche su console con supporto cross platform, permettendo ai giocatori PC di incontrare quelli su PS4 e viceversa. 

Al primo avvio viene richiesta la registrazione per giocare, trattandosi di un MMO, quindi dopo aver creato un nuovo account ed effettuato il login, veniamo catapultati nella schermata di creazione del personaggio, il quale può essere personalizzato in colorazione, altezza ed altre caratteristiche.

Assegnato il nome al proprio alterego virtuale ci ritroviamo in una sorta di HUB, dove è possibile sia padroneggiare i comandi di gioco che selezionare uno dei tanti mondi disponibili, raggiungibili tramite un apposito portale.

Lo scopo ultimo del gioco è quello di creare ed evolvere delle civiltà con l’aiuto di altri giocatori, difendendosi allo stesso tempo dalle varie minacce. Ogni location che andremo ad esplorare è suddivisa in regioni, ognuna caratterizzata da un habitat differente, da zone paludose a foreste.

Boundless è incentrato sulla conquista, dopo aver ottenuto la proprietà di un territorio, costruendo un accampamento e restando sul terreno per un certo periodo, possiamo dare vita a varie costruzioni, allo scopo di formare la nostra civiltà personale. 

A differenza di altri MMO purtroppo non vi sono personaggi secondari, in quanto Boundless si basa sul PvP, per tanto gli unici esseri incontrati durante le esplorazioni sono altri giocatori, che potrebbero risultare amichevoli come ostili. 

Le mappe presentano un sistema che auto genera le risorse dopo un certo tempo, permettendo ai giocatori sia di procurarsi il necessario per la propria sopravvivenza che per la costruzione di edifici. 

Come ogni MMO che si rispetti, non mancano le abilità da sbloccare, suddivise in vari rami a seconda dell’esigenza dei giocatori, dai miglioramenti al crafting alla ricerca e raccolta delle risorse, conferendo ad una squadra di giocatori, la possibilità di disporre di membri unici e adatti ad ogni ruolo, dopo tutto si sa che l’unione fa la forza.

Raccogliendo i vari materiali è possibile craftare oggetti di vario tipo, tra cui armi ed utensili utili alla sopravvivenza o espansione della civiltà. 

Il tutorial viene strutturato in quest, permettendo ai giocatori di apprendere quello che c’è da sapere tramite lo svolgimento di determinati incarichi. Apprezzabile l’interfaccia di gioco, la quale appare intuitiva e pulita, immediata e con tutti gli elementi di cui il giocatore ha bisogno, a portata di mano.

L’HUD ci consente di tenere traccia dello status del nostro personaggio e degli oggetti equipaggiati. Portando a termine le missioni si ottengono naturalmente punti esperienza con i quali livellare, oltre laute ricompense, tra cui valuta da spendere in gioco per l’acquisto di vari oggetti cosmetici e punti esperienza supplementari.

Il tutto come anticipato arricchito da un comparto grafico cubesco, che richiama per certi versi Minecraft ma dalle ambientazioni più curate, grazie al potente motore grafico di cui dispone.

Boundless non è di certo l’esperienza di gioco definitiva che fa gridare “capolavoro”, ma risulta sicuramente una buona distrazione nei momenti di noia, un titolo che se giocato in squadra può offrire molto.

BOUNDLESS Gameplay Trailer

  • 6.4/10
    Grafica - 6.4/10
  • 6.3/10
    Gameplay - 6.3/10
  • 6.6/10
    Sonoro - 6.6/10
  • 5.5/10
    Trama - 5.5/10
  • 7/10
    Longevità - 7/10
6.4/10