Battlefield V: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: Luca M.- il: 03-12-2018 8:21 Aggiornato il: 06-06-2019 15:54

Torna come ogni anno l’appuntamento con uno dei migliori sparatutto. Quest’oggi su gentile concessione EA vogliamo condividere con voi la nostra Recensione di Battlefield V, anticipandovi che potete vedere la Serie Completa in Streaming su Twitch tramite il nostro canale. 

Battlefield V Recensione

Lo scenario di Battlefield V si apre con il mondo in guerra, riprendendo le più cruenti e note battaglie avvenute sulla Terra lo scorso secolo, distaccandosi dal futurismo introdotto in Call of Duty da qualche anno a questa parte, proponendo meccaniche di gioco ed una storia incentrata più sul realismo, raccontando episodi di stampo storico.

DICE ha indubbiamente imparato dagli errori commessi con Battlefield 1, proponendo un gioco base dalla struttura solida, il quale sarà soggetto ad aggiornamenti ed espansioni nel corso del tempo. 

Questo nuovo capitolo della serie si apre con una breve introduzione, la quale racconta la guerra dal punto di vista di vari soldati, dandoci un’assaggio di cosa ci attende nella campagna e non solo, con una narrazione in inglese supportata dal testo italiano.

Battlefield V viene lanciato con le modalità di gioco tradizionali, alle quali si aggiungerà il tanto amato e odiato Battle Royale a partire dal prossimo anno, modalità che prevede una battaglia ricca di giocatori, la quale utilizzerà gli elementi tipici della serie come la distruttibilità degli ambienti, veicoli corazzati e tutte le meccaniche che caratterizzano il franchise firmato EA.

Oltre la campagna giocatore singolo, quest’anno purtroppo eliminata in Black Ops 4, sono presenti fin da subito modalità multiplayer competitive tradizionali, alle quali siamo stati abituati nel corso dell’anno.

Non mancano all’appello la possibilità di sbloccare nuovi contenuti ogni stagione con bonus, extra e personalizzazioni varie, al fine di tenere i giocatori incollati allo sparatutto mese dopo mese. 

Tra le modalità multiplayer troviamo Conquista, Team Deathmatch e Dominio, oltre naturalmente Operazioni su vasta scala, Prima Linea e Sfondamento, quest’ultime modificate per adattarsi alle nuove meccaniche di gioco. 

I veicoli in Battlefield V ricoprono un ruolo chiave, in quanto vantano un sistema di progressione univoco, con la possibilità di sbloccare abilità e personalizzazioni estetiche. Le battaglie sono state rese decisamente più equilibrate, affidando la vittoria alla squadra migliore dopo aver portato a termine una serie di eventi per 4 giorni di fila.

I giocatori possono cimentarsi in modalità miste nel corso dei primi 3 giorni, la vittoria di un round determinerà sia il numero di rientri per il round successivo che altre agevolazioni. Il quarto e ultimo giorno si entrerà in battaglia con un numero di munizioni limitate ed una sola vita. 

Naturalmente questo è solo uno dei tanti aspetti del comparto competitivo, è possibile anche cimentarsi nei tradizionali scontri a squadre o di conquista, a bordo di carri armati, velivoli, e con tutto l’arsenale che contraddistingue il franchise.

Il team ha lavorato sodo per offrire la migliore esperienza di gioco competitiva, introducendo meccaniche di gioco inedite quanto interessanti. Limitando la rigenerazione della salute e il quantitativo di munizioni, i giocatori si ritroveranno a collaborare per avere la meglio negli scontri. 

Durante gli scontri come avviene da sempre sia nel franchise che concorrenza, gli unici in grado di segnalare gli avversari sulla mappa sono i ricognitori, affidando invece agli assaltatori il compito di abbattere i veicoli.

Ogni soldato ha abilità uniche, le quali dovranno essere sfruttare per avere la meglio negli scontri, portando i giocatori a collaborare sul fronte di guerra. Alcuni soldati sono specializzati nella cura, altri invece negli attacchi a distanza o ravvicinati.

Gli scenari oltre ad essere generosi in termini di dimensioni, conferiscono ai giocatori la sensazione di trovarsi realmente sul campo di battaglia, dove i pericoli possono giungere da qualsiasi lato, che si tratti di una mina o un velivolo pronto a radere al suolo i soldati ostili.

L’eliminazione dell’intera squadra non segna la fine della partita, ma obbliga la stessa a ricomparire presso uno dei punti della mappa. Vincendo gli scontri ed effettuando uccisioni particolari, oltre a portare a termine una serie di obiettivi, si viene ricompensati con dei punti da spendere per ottenere nuove casse di rifornimenti, richiedere il bombardamento dell’artiglieria ed altro ancora.

Una delle novità interessanti introdotte in questo nuovo capitolo, risiede nella possibilità di costruire determinati elementi durante la battaglia, nonostante siano limitati ai preset creati dagli sviluppatori.

Le barriere richiederanno un certo tempo per essere ultimate, riducibile a seconda della classe selezionata. Tramite il supporto è possibile costruire postazioni fisse, le quali andranno agganciate ai vari mezzi di trasporto, con la possibilità di spostarle. 

Purtroppo però non in tutte le modalità di gioco è possibile usufruirne. Rispetto al predecessore, DICE ha migliorato notevolmente i tempi di ricarica,  il rinculo delle armi e molti altri aspetti che rendono le battaglie dinamiche e coinvolgenti.

Da menzionare anche il sistema di progressione e personalizzazione dei soldati, il quale è stato notevolmente migliorato sulla base dei feedback ricevuti. E se le classi e veicoli possono migliorare, le armi non sono da meno, grazie ad un apposito albero di crescita.

Livellando le armi è possibile modificarne gli aspetti come mirino, capienza del caricatore ed altro ancora. Per tutti gli appassionati del giocatore singolo non manca all’appello una Campagna, la quale racconta eventi storici realmente accaduti, i quali hanno segnato le varie nazioni che hanno partecipato alla guerra.

La guerra in Battelfield V viene rappresentata come è davvero, orribile, sporca e violenta.  La possibilità di personalizzare personaggi, armi e veicoli, la presenza di una storia strappalacrime e coinvolgente oltre un comparto multiplayer competitivo di tutto rispetto, rendono questo nuovo capitolo della serie il nuovo fiore all’occhiello di EA.

Eccelso il comparto audio e lo stesso vige per una grafica curata nei minimi dettagli, dalla modellazione poligonale di personaggi, armi e veicoli a scenari mozzafiato, dove il più delle volte ci si sofferma ad ammirare lo scenario piuttosto che a entrare in guerra.  

Il gioco si comporta egregiamente su Xbox One X, mai soggetto a bruschi cali di frame rate e cali prestazionali, un’esperienza videoludica che merita di essere vissuta ogni singolo frame.

Battlefield V Gameplay Trailer

  • 8.5/10
    Grafica - 8.5/10
  • 8/10
    Gameplay - 8/10
  • 7.8/10
    Sonoro - 7.8/10
  • 9/10
    Trama - 9/10
  • 8.8/10
    Longevità - 8.8/10
8.4/10