World Series of Poker: Tournament of Champions – Poker per PSP

Pubblicato da: Luca M.- il: 04-10-2010 9:27 Aggiornato il: 01-09-2015 14:29

Ora che – prima volta nella storia – siamo finalmente riusciti a piazzare un italiano alla finale dei campionati del mondo di poker, le World Series of Poker, è arrivato il momento di fermarci ad analizzare il gioco World Series of Poker: Tournament of Champions che promette di portare la bellezza del torneo di poker più famoso al mondo direttamente sullo schermo delle PSP.

Con la precisa intenzione di proporre ai giocatori un’atmosfera quanto più fedele al torneo di LasVegas che quest’anno vede impegnato il cagliaritano Filippo Candio nella finalissima, il gioco offre la possibilità di giocare contro campioni assoluti del mondo del poker come Phil Laak, Joe Hachem, Phil Ivey e la bella Jennifer Tilly, tutto condito dalla guida spirituale di Chris “Jesus” Ferguson – nome eccellente del poker mondiale che accompagna i giocatori del titolo nel corso di tutta la loro avventura pokeristica con un ottimo (ma qualche volta noioso…) tutorial.

Purtroppo le ambizioni degli sviluppatori – però, si scontrano contro una grafica pixellosa ed n po’ troppo approssimativa che non riesce a rendere grazia fino in fondo all’immagine che i professionisti del poker cercano costantemente di costruirsi al tavolo di gioco.

L’approssimazione, inoltre, la si nota anche nello sviluppo dell’intelligenza artificiale il cui livello risulta essere buono ma comunque inferiore alle attese di un titolo dedicato alle WSOP. La sensazione, infatti, è sempre proprio quella di giocare contro una CPU che, per quanto avanzata, diventa alla lunga ripetitiva sia nelle giocate che nei comportamenti al tavolo.

Come esempio concreto, giusto per dirne una, si può notare come gli avversari virtuali tendano sempre a giocare in modo molto aggressivo prima del flop senza tener conto dell’andamento generale della partita e falsando in qualche modo l’aspetto più “tecnico” del gioco.

World Series of Poker: Tournament of Champions offre comunque anche la possibilità di giocare in versione multiplayer contro altri players reali e questa sembra essere la funzione di gran lunga migliore dell’intero gioco visto che è solamente nel multiplayer che le partite di texas holdem possono raggiungere un livello di interesse e coinvolgimento paragonabile a quello delle poker rooms online vere e proprie.

Nel complesso, il gioco delle World Series of Poker per PSP è un buon titolo per portare il Texas Hold’Em in tasca e regge discretamente il colpo degli altri titoli disponibili. Più per l’incapacità degli avversari che per merito proprio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato