Heads Up Poker: la sfida si fa serrata

Pubblicato da: Luca M.- il: 02-12-2008 19:22 Aggiornato il: 31-08-2015 15:37

Sedersi al tavolo verde è sempre una grande emozione per qualsiasi giocatore. Queste sensazioni aumentano esponenzialmente quando la sfida si fa più serrata ed intima. Per chi non lo avesse capito, stiamo parlando dell’Heads up Poker, ovvero la specialità  Â uno contro uno.

Questa forma particolare di Poker crea un tipo di competizione diversa da quella che viene a crearsi in un tavolo da gioco composto da più persone. La possibilità  Â di trovarsi testa a testa con un’altra persona e tenere in gioco fino all’ultimo la mano, non ha eguali.

Grazie ad internet ed alla diffusione del Poker nelle migliaia di sale gambling istituite nella rete, questo tipo di sfida sta man mano diventando sempre più popolare. Ma cosa è che nello specifico rende questa specialità  Â tanto particolare? E’ presto detto: non la possibilità  di trovare migliori combinazioni, ma la caratteristica tensione che si viene a formare tra i due giocatori, che spinge gli stessi a dover comprendere la psicologia del proprio avversario e sfruttarla a proprio favore.

A favorire l’espandersi di questa specialità  stanno contribuendo, oltre al gran numero di importanti tornei organizzati in tutto il mondo, soprattutto la forte diffusione radiotelevisiva che gli organizzatori ed i paesi ospitanti organizzano in concomitanza con le gare. Non bisogna inoltre tralasciare il forte impatto che la possibilità  di giocare online sta dando alla specialità . Sempre più case da gioco online stanno offrendo ai propri clienti la possibilità  di effettuare degli Heads up comprensivi di alti limiti di puntata creando un impressionante scambio di denaro, portando i maggiori vincitori sul podio dei campioni di specialità  e donando loro una popolarità  planetaria.

Diventare un buon giocatore Heads up richiede costanza ed intelligenza. E’ di buona norma prendere prima di tutto confidenza e diventare un ottimo elemento nel poker tradizionale prima di imporsi di dimenticare tutto ciò che si è imparato e lanciarsi nell’Heads up.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato