Facebook e Google diventeranno davvero degli istituti di credito?

Pubblicato da: Luca M.- il: 26-01-2017 14:06

Quali sono le novità che interessano le galassie Facebook, Google o Amazon

Nel corso delle passate settimane abbiamo letto tutti della possibilità da parte di questi importanti marchi di fondare un nuovo istituto di credito, fondato su un nuovo modo di concepire il sistema bancario. Si tratta naturalmente di una possibilità, che per il momento è solo teoria. Eppure c’è qualcosa di vero, in questa notizia, che nel giro di poche ore è stata battuta da ogni organo di informazione come credibile e quindi fondata. Di sicuro c’è un fatto che andrebbe meglio analizzato. Il sistema bancario tradizionale sta per volgere al capolinea. Questo pensiero è stato ampiamente espresso da persone illustri che sono addentrate in questo tipo di settore. Restiamo però sul focus di questo argomento.

La credibilità di Amazon, Google e Facebook, nel corso degli ultimi 7 anni è aumentata in maniera del tutto esponenziale, evidenziando una crescita economica, comunicativa e mediatica che non conosce riferimenti. Secondo la ricerca condotta da Accenture, il campione di persone intervistate nei 18 Paesi che hanno aderito a questa iniziativa, considerano l’attuale sistema bancario obsoleto, o comunque non al passo con i tempi. Serve uno sforzo maggiore in ottica di progresso tecnologico, mentre le banche tradizionali pare abbiano accumulato un ritardo sostanziale, in questo tipo di procedure.

Così mentre si discute della possibilità di avere software sempre più avanzati che confinano con quella che viene chiamata intelligenza artificiale, che sviluppa servizi robotizzati, sempre più autonomi e autosufficienti, si fa largo il pensiero che Google e Facebook, possano risolvere alcuni di questi ostacoli. Come tutti sanno è nella Silicon Valley, in California che si progettano la maggior parte dei nuovi strumenti che cambieranno la nostra società da qui ai prossimi 25 anni. Nessuno del resto aveva previsto il successo di Facebook e di Mr Mark Zuckerberg, né tantomeno l’avanzamento dei dispositivi digitali quali smartphone e tablet, sempre più presenti e utili nel nostro quotidiano. Non è un caso se oggi, accediamo al nostro sistema di home banking, proprio tramite le app dei nostri smartphone. Non solo un utilizzo finalizzato al lavoro o ai servizi, quello che nel quotidiano andiamo a fare con i dispositivi mobili. Secondo un’analisi di mercato, infatti, vengono scaricate ogni giorno una percentuale sempre più alte di app relative ai giochi online. I motivi del successo del gioco sono da sempre difficili da spiegare. Certo il progresso tecnologico spesso di sposa alla perfezione con lo svago, il relax e il divertimento.

Pensate ad esempio alla fortuna di consolle come Nintendo, Xbox o Playstation. Per quanto riguarda il gioco per i dispositivi mobili, Mr Green con il casinò online, è una realtà che opera già da qualche anno e con un certo successo nel campo del gioco d’azzardo con un vasto numero di giochi a disposizione, scaricabili anche in versione smartphone e tablet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato