WWE 2K18: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 21-10-2017 8:11

Da molti anni a quest parte, uno degli appuntamenti sportivi annuali su PC e Console è indubbiamente WWE, ed oggi vogliamo condividere con voi la nostra Recensione dell’edizione 2018 del titolo, prodotto da THQ e 2K

WWE 2K18 RECENSIONE

WWE 2K18 rispetto le edizioni passate, propone un comparto grafico decisamente migliorato, per quanto riguarda la modellazione poligonale dei lottatori del roster, a differenza del comparto tecnico che presenta delle carenze.

Le animazioni facciali sopratutto durante la modalità Carriera, sfociano spesso in situazioni comiche seppur non volontarie, con espressioni fantasiose e ridicole.

Purtroppo però la modalità Carriera è affetta anche dal cosiddetto tearing, legato ai movimenti del protagonista durante i match, e non mancano all’appello numerosi glitch, bloccando il più delle volte i lottatori nel pavimento.

Ultima ma di certo non meno importante nota negativa, risiede nei tempi di caricamento. La schermata di attesa è cosi lunga da risultare al quanto fastidiosa. A causa dei numerosi difetti presenti nel titolo, i pochi miglioramenti apportati vengono in un certo qual senso oscurati, non rendendo giustizia al titolo sull’attuale generazione di console.  

Il gameplay è molto simile alle precedenti edizioni con un sistema di sottomissione lievemente rivisto, proponendo due possibilità per eseguire le prese, tramite l’analogico destro in una sorta di minigioco o con la rapida pressione dei tasti in sequenza.

Aggiunta la possibilità di sollevare l’avversario tramite 4 differenti modi. Queste sono le novità principali del titolo, con movimenti dei lottatori lenti e legnosi, mettendo da parte la velocità e dinamicità proposta dallo sport in TV.

Assistere a movimenti goffi e lenti è in netto contrasto rispetto quelli presenti nello show. Una volta finiti a terra rialzarsi risulterà una vera e propria impresa, indipendentemente dai colpi subiti, a questo si aggiungono contromosse poco convincenti.

Il punto di forza del titolo risiede nel menù principale, dove è possibile accedere ad una generosa presenza di contenuti e modalità.  A differenza di altri sport videoludici, non è presente una vera e propria modalità Storia.

Prima di iniziare la nostra lunga Carriera, dovremo creare la superstar, tramite un’editor progettato per offrire ai giocatori piena libertà di scelta su ogni singola parte del lottatore. Dopo aver personalizzato il wresteler, partiremo dalla NXT fino a raggiungere la vetta del successo, non solo tramite le vittorie, ma anche seguendo lo sviluppo del personaggio con dichiarazioni davanti ai microfoni e interazioni con altri personaggi del presente o passato.

I dialoghi sono ricolmi di battute infantili, privi di un senso logico, costringendoci il più delle volte ad assistere ad uno spettacolo tutt’altro che brillante. In WWE 2K18 sono presenti quasi tutte le tipologie di match previste nello sport, con un roster più generoso rispetto il passato.

Una delle novità più apprezzate, risiede nella possibilità di vedere 8 wreslter sfidarsi in contemporanea nella modalità Esibizione. Fiore all’occhiello dell’esperienza risiede nella modalità Universe, la quale permette di rivivere le puntate televisive  in versione videoludica.

Non manca all’appello il multiplayer sia locale che online con l’introduzione della Road to Glory, dove è possibile creare una superstar e competere in eventi giornalieri online tra cui molti di essi speciali.  

WWE 2K18 GAMEPLAY TRAILER

7.3

WWE 2K18 non si distacca poi molto rispetto le precedenti edizioni, fatta eccezione per un roster più generoso ed un comparto grafico lievemente migliorato, proponendo le stesse o quasi lacune del passato, dai glitch improvvisi ad animazioni a volte scadenti, aggiunti ad un gameplay lento e lagnoso che non rendono giustizia ad uno degli sport più amati dal pubblico.

Grafica
7.5
75%
Gameplay
7.0
70%
Sonoro
7.8
78%
Longevità
6.8
68%

Giovanni Damiano

Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata “Press Start”! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l’illuminazione con la nextgen e i VR

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

Termini di ricerca:

  • wwe 2k18 gameplay sottomissione