South Park Scontri Di-Retti: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 14-11-2017 7:59 Aggiornato il: 14-11-2017 8:06

Dopo il successo ottenuto dal precedente capitolo intitolato “Il bastone della verità“, arriva su PC e Console il sequel “Scontri Di-Retti“, ci stiamo naturalmente riferendo all’universo di South Park, ed oggi su gentile concessione di Ubisoft, vogliamo condividere con voi la nostra Recensione.

South Park Scontri Di-Retti Recensione

South Park Scontri Di-Retti nonostante si tratti di un sequel, non è strettamente legato al prequel, permettendo ai giocatori di affrontare l’avventura pur non avendo giocato il bastone della verità. Il gioco inizia con l’arrivo del solito Novellino in città, considerato un Re dai membri della sua squadra, capitanata da Cartman nei panni del Procione e tutti gli altri celebri personaggi della serie South Park.

Un trasandato e misterioso gatto è sparito, la ricompensa per il suo ritrovamento è di 100 dollari, cifra necessaria al team del Procione per dare vita al proprio franchise. La missione è quella di ritrovare il felino prima della squadra avversaria, imbattendosi nel corso dell’avventura, in eventi esilaranti e trash tipici della saga, dall’esplorazione dei singoli quartieri e negozi che compongono la città di South Park, ai combattimenti a turni. 

Come da tradizione, ci ritroviamo inizialmente di fronte un editor, il quale ci consente di creare il nostro alter-ego, dalla scelta della capigliatura al vestiario, con la selezione della difficoltà di gioco, attraverso una barra che determina anche il colore della nostra pelle.

Completato il primo combattimento, entriamo a far parte della squadra del Procione, la quale abbandona il genere fantasy del precedente capitolo, per abbracciare uno stile moderno. Ogni personaggio assume il ruolo fantasioso di un differente super eroe, e toccherà anche a noi scegliere una delle prime classi disponibili.

Scelta la classe ed affrontati i fantasmi che hanno segnato il nostro passato, possiamo partire alla ricerca del gatto randagio, esplorando la città in lungo e in largo, con la possibilità di entrare negli edifici e spulciare in frigoriferi, armadi, cassetti, camere da letto o dare vita alla liberazione del proprio colon sul primo W.C che capita, attraverso un minigioco. 

Frugando nei bidoni, garage, abitazioni e tutto ciò con il quale possiamo interagire, otteniamo materie prime necessarie per il crafting, indumenti ed ogni altro oggetto utile nel corso dell’avventura, o per affrontare al meglio i combattimenti.

A differenza del prequel, gli scontri sono articolati in maniera differente, sempre a turni ma con una sorta di scacchiera sul terreno, consentendoci di spostarci e dunque scegliere i nemici da colpire con una delle abilità a disposizione, le quali variano a seconda della classe scelta.

Nel corso dell’avventura oltre alla possibilità di disporre di molteplici classi, mescolando le varie abilità, è possibile equipaggiare dei potenti amuleti, i quali conferiscono ulteriori agevolazioni al personaggio, da un quantitativo maggiore di danni con gli attacchi ravvicinati, alla possibilità di curare compagni di squadra o resuscitarli.

Tramite i rivenditori sparsi per South Park, è possibile acquistare con il denaro guadagnato in gioco, capi d’abbigliamento che non conferiscono abilità o poteri speciali, ma consentono di personalizzare al meglio il proprio eroe. 

In qualsiasi momento, è possibile ricorrere a peti o petardi, per interagire con gli oggetti presenti nello scenario o per ottenere un vantaggio contro l’avversario, prima di cimentarsi nel combattimento.

Non mancano all’appello i collezionabili, i quali una volta recuperati, ci ricompensano non solo con lo sblocco di obiettivi e trofei ad essi legati, ma anche con gadget, indumenti ed altro ancora. Effettuando l’accesso all’account Uplay di Ubisoft, è possibile sbloccare capi d’abbigliamento legati ad altri giochi prodotti dallo studio di sviluppo, tra cui il celebre Assassin’s Creed.

Oltre le missioni storia, le quali ci consentono di giungere alla conclusione del titolo in svariate ore di gioco, non manca la presenza di una quantità generosa di missioni e richieste secondarie, ottenibili dopo aver interagito con determinati personaggi.

Scattandosi dei selfie con gli abitanti di South Park, incrementa la propria reputazione su Procinstagram, una versione modificata e ironica del celebre Instagram. Alcuni personaggi influenzeranno anche la scheda del personaggio, dalla nostra razza alla religione passando per la cosa che più ci spaventa o la nostra abilità migliore.

Come accade in ogni RPG che si rispetti, anche in Scontri Di-Retti è possibile accumulare esperienza per salire di livello, indispensabile per affrontare determinate missioni,  nelle quali i nemici da sconfiggere, sono in grado di provocare un quantitativo maggiore di danni rispetto i classici combattimenti da strada.

Non manca all’appello la presenza di Boss con i quali scontrarsi, per estorcere loro informazioni preziose sulla presunta posizione del gatto randagio scomparso. Ricorrendo ai teletrasporti collocati strategicamente, è possibile spostarsi rapidamente da un quartiere all’altro, allo scopo di raggiungere la destinazione in pochi secondi, evitando scontri inutili e recuperando tempo prezioso.

South Park Scontri Di-Retti riesce a divertire i giocatori per l’intera durata, sia per un doppiaggio fedele alla saga, con battute trash e volgari che con un gameplay strategico rivolto agli amanti del genere, il tutto condito da una libertà di esplorazione ridotta ma ben strutturata.

South Park Scontri DI-Retti Gameplay Trailer

7.4

Grafica
7.0
70%
Gameplay
8.0
80%
Sonoro
7.5
75%
Longevità
8.0
80%
Trama
6.5
65%

Giovanni Damiano

Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata “Press Start”! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l’illuminazione con la nextgen e i VR

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato