[Recensione] Uncharted 3 – L’inganno di Drake

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 07-11-2011 10:07 Aggiornato il: 14-11-2011 20:08

Benvenuti su gamerbrain, oggi come ogni lunedi, abbiamo preparato per voi una recensione di un gioco che noi riteniamo un vero e proprio capolavoro, stiamo parlando di Uncharted 3, ultimo titolo della serie prodotto da NaughtyDog in esclusiva Playstation 3.


In Uncharted 3 vestiremo ancora una volta i panni del celebre avventuriero Drake che dovrà vedersela con un nuovo nemico e nuovi misteri da risolvere. Dopo la foresta del primo capitolo e le montagne innevate del secondo titolo della serie, gli sviluppatori ci portano nel caldo e immenso deserto arabico.Nonostante ci troveremo nel deserto  solo verso gli ultimi capitoli del gioco, possiamo notare come il team di sviluppo ha deciso di dargli una particolare importanza.

Come per Uncharted 2 dove Drake mirava a trovare una misteriosa città scomparsa ricca di vegetazione, anche in Uncharted 3 l’avventuriero per eccellenza avrà come unico obiettivo quello di scoprire l’ubicazione esatta della misteriosa città che secondo delle ricerche è situata al centro del deserto e che custodisce un tesoro inestimabile.

Le ambientazioni variano dal deserto caldo e immenso, alle strade di una piccola cittadina araba, fino a giungere a bordo di una nave nel bel mezzo di una tempesta. Il gioco è composto da 22 capitoli come i precedessori e permetterà al giocatore di scoprire come si sono conosciuti Drake e Sally, che legami vi sono con il nemico di turno e cosi via dicendo, il tutto nei panni di un Drake bambino. Le meccaniche di gioco sono molto simili a quelle a cui i ragazzi di NaughtyDog ci hanno abituato, uccisioni veloci se fatte in modalità stealth, svariate armi a disposizione, possibilità di prendere le munizioni anche rotolando e rapidamente.

Per completare il gioco sono richieste almeno 8 ore se poi i giocatori decidono di dedicarsi all’esplorazione per ritrovare i tesori e i misteri che ogni livello dispone allora la longevità aumenta notevolmente. In tutto vi sono circa 77 tesori da trovare e come per i precedenti capitoli alla selezione del livello è possibile conoscere il numero di tesori trovati e mancanti in ogni singolo stage. Graficamente parlando, NaughtyDog stupisce ancora i giocatori con una modellazione poligonale da guinnes world record, sia le ambientazioni che i personaggi sono curati nel minimo dettaglio non lasciando spazio a texture scarne o prive di vita.  L’ottimo sonoro che accompagna il protagonista del gioco nel corso della sua avventura lo dobbiamo a un orchestra di eccellente qualità e prestazione che è stata in grado di realizzare delle musiche coinvolgenti adatte ad ogni singola atmosfera.


Come per il secondo capitolo non manca una modalità co-operativa e un comparto multiplayer competitivo ricco di modalità tra cui cattura il tesoro, deathmatch a squadre, elimina i nemici e cosi via dicendo. Man mano che si vincono gli incontri si ha la possibilità di salire di livello e sbloccare armi, personaggi ed abilità. Che dire un titolo che non fa acqua da nessuna parte come si vuol dire, altamente consigliato agli amanti dei giochi d’azione, vi lascerà incollati alla sedia per ore e ore.

Uncharted 3 – L’inganno di Drake è ufficialmente disponibile nei negozi dal 2 Novembre 2011 in esclusiva Playstation 3.

Voti

Gameplay : 10.0
Sonoro : 10.0
Longevità : 10.0
Grafica : 10.0

Voto Finale : 10.0

Giovanni Damiano

Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata "Press Start"! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l'illuminazione con la nextgen e i VR

Lascia un commento

Termini di ricerca:

  • drake uncharted