Please, Don’t Touch Anything VR OCULUS RIFT : Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 03-01-2017 7:09 Aggiornato il: 03-01-2017 7:18

Come accadeva al lancio degli Oculus Rift, anche con gli Oculus Touch assistiamo al rilascio via Steam e Store ufficiale delle prime esperienze di gioco pensate e progettate per sfruttare i controller di nuova generazione nella realtà virtuale, parliamo ovviamente di Please Don’t Touch Anything che vogliamo Recensire oggi per voi. 

Please Don’t Touch Anything Recensione: La più grande tentazione

Solitamente ad un bimbo quando gli si dice non toccare nulla, se non è stato educato in un certo modo farà l’esatto contrario di quanto dettogli e di conseguenza inizierà a toccare tutto ciò che ha nelle vicinanze, sopratutto quando si trova in casa altrui.  Nonostante il titolo si chiami “Perfavore, non toccare nulla”, lo scopo del gioco è ben diverso da quanto detto e ciò dimostra di come risulti difficile restare con le mani in mano in una esperienza pensata per gli Oculus Touch.

Il gioco vanta ben 30 differenti finali che è possibile ottenere in poco tempo, basta semplicemente interagire con gli oggetti presenti nella scena per causare disastri nucleari ed altri avvenimenti. Inizialmente ci ritroveremo in una stanza industriale ed un supervisore ci dirà di non toccare nulla in sua attesa. L’esperienza è stata pensata per sfruttare al meglio i controller touch di Oculus, consentendoci di interagire con quasi tutti gli oggetti presenti nella stanza, dalla lavagna ai pulsanti e perfino a quelli posizionati sugli scaffali o a terra.

Please Don’t Touch Anything Trailer

Nonostante il titolo sia in inglese, la sua intuitività è cosi evidente che chiunque è in grado di giungere senza problemi a tutti i finali proposti in quanto si tratta solo di interagire con gli oggetti nella scena tramite i touch di Oculus. Ad ogni pressione del pulsante è legato un differente evento come ad esempio lo sblocco di un secondo interruttore, l’apertura di uno scompartimento segreto ed altro.

Un gioco no-sense che vi lascerà per un ora circa incollati al visore per scoprire tutti i possibili finali. Cosa potrebbe accadere se premo questo pulsante? Se tiro questa leva invece? domanda che troveranno risposta in Please, Don’t Touch Anything. Nessuna abilità richiesta o rompicapo da risolvere, una tech demo più che un progetto completo, un modo divertente per esplorare le caratteristiche e funzionalità dei nuovi controller, famigliarizzando con essi.

Please Don’t Touch Anything Gameplay – Tutti i finali

Ogni qual volta si completa uno degli eventi, si ottiene una foto da posizionare sulla parete. Completato il collage fotografico si porta a termine questa strana ma divertente esperienza di gioco in realtà virtuale. Nonostante il comparto grafico non sia eccelso, la colonna sonora suggestiva quanto rilassante è in grado di coinvolgere il giocatore e invitarlo nell’esplorazione della stanza, la quale ha molti segreti celati, in attesa di essere scoperti.

Il gioco è disponibile sia tramite la piattaforma di gioco ufficiale Oculus che via Steam,al primo avvio dopo pochi secondi di caricamento assisterete ad una breve animazione che mostra un braccio proveniente da una porta ed una voce che invita il giocatore in inglese a non toccare niente. Ed è qui che inizia il gioco! 

3.0

Un giochino decisamente originale quanto divertente. Nonostante la difficoltà inesistente, la curiosità di scoprire tutti i finali spinge il giocatore a restare incollato al visore per l'intera durata, risultando un'esperienza di gioco in VR interessante quel tanto che basta da meritarne l'acquisto.

Giovanni Damiano

Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata "Press Start"! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l'illuminazione con la nextgen e i VR

Lascia un commento