Phantom Breaker: Battle Grounds – Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 12-12-2017 8:30 Aggiornato il: 12-12-2017 9:38

Se siete nati negli anni 70 e 80,cresciuti con i picchiaduro 2D a scorrimento in stile Final Fight, il titolo che vogliamo recensire quest’oggi, sicuramente attirerà la vostra attenzione, si tratta di Phantom Breaker: Battle Grounds, recentemente approdato anche su Nintendo Switch.
phantom breakers

Phantom Breaker: Battle Grounds Recensione

Phantom Breaker è un picchiaduro a scorrimento 2D con supporto fino a 4 giocatori, dal comparto grafico in pixel art. Nel gioco vestiamo i panni di fanciulle armate fino ai denti, ognuna di esse caratterizzate da un’abilità ed arma differente, dalle classiche spade e lance ad artigli e magia.

Le tre tipologie di attacchi in combattimento, permettono di conseguire combo a catena, ricaricando una barra di energia, la quale consente di compiere un super attacco,  in grado di spazzare via ogni nemico presente sullo schermo.

L’energia accumulabile è utilizzabile in qualsiasi momento, ma una volta caricata al 100%, l’attacco inflitto ai nemici risulterà maggiore. Il movimento dei personaggi è bidimensionale, cosi come gli stage, i quali sono strutturati in differenti livelli o strati, passando da uno all’altro con un semplice salto.

Nel corso dell’avventura, potremo aumentare di livello del personaggio scelto, con la possibilità di migliorare le proprie abilità attraverso gli upgrade. La durata complessiva della modalità storia si aggira sulle 2 ore circa, con la possibilità di affrontarla sia in singolo che multiplayer.

Con i punti guadagnati nel corso dell’avventura, tramite il menù Skill Set raggiungibile dal principale, è possibile assegnare dei punti alle singole combattenti, incrementando attacco, difesa o velocità di movimento. 

Inizialmente avremo a disposizione Mikoto, Waka, Itsuki, Yuzuha, Kurisu e Frau, con la possibilità di sbloccare ulteriori personaggi dopo aver portato a termine determinati stage o l’intera avventura.

phantom breakers 2

Oltre la modalità Storia, è presente l’Arcade per chi vuole stabilire i punteggi migliori in ogni livello, la classica co-operativa e la Battleground, quest’ultima simile ad un normale picchiaduro, dove i giocatori potranno mettere alla prova le abilità acquisite contro i compagni di squadra, in combattimenti senza esclusione di colpi.

Dopo aver selezionato la modalità e il personaggio, con la possibilità di cambiare il costume, veniamo catapultati di fronte la selezione dello scenario con la relativa difficoltà, da Facile a Normale, passando per Difficile, Incubo e Incubo Plus.

Ogni livello viene accompagnato da un’introduzione scritta come fosse una visual Novel, il quale racconta in breve la trama del gioco oltre a porre il giocatore di fronte a monologhi e dialoghi tra i vari compagni di squadra.

L’edizione Switch si comporta egregiamente sia in mobilità che sul grande schermo, fatta eccezione per i controlli che sono personalizzabili solo per quanto riguarda le tipologie di attacco, costringendo i giocatori ad utilizzare la croce direzionale per muovere i personaggi, piuttosto che lo stick analogico.

Il tutto è accompagnato da un comparto grafico in stile 8 bit con una colonna sonora che si sposa alla perfezione con lo stile adoperato, rivolto a tutti gli appassionati del genere.

Phantom Breaker Battle Grounds non ha nulla da invidiare all’edizione diffusa su PC e Console diversi anni fa, offrendo ai giocatori la possibilità di divertirsi in singolo o co-operativa con uno dei generi che ha fatto la storia nel settore videoludico. 

Phantom Breaker Gameplay Trailer

 

7.5

Grafica
7.0
70%
Gameplay
8.5
85%
Sonoro
7.5
75%
Longevità
7.8
78%
Trama
6.5
65%

Giovanni Damiano

Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata “Press Start”! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l’illuminazione con la nextgen e i VR

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato