Oure: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 03-11-2017 8:24

Durante l’evento Playstation in occasione della Paris Games Week, Sony ha annunciato e rilasciato lo stesso giorno, Oure, un titolo che ricorda Journey come atmosfere e stile grafico ed oggi vogliamo condividere con voi la nostra Recensione

Oure Recensione

In Oure il senso di libertà e la scoperta sono il tema principale del titolo, portandoci ad esplorare un cielo molto vasto quanto accattivante da ammirare, nei panni di un bimbo o bimba in grado di tramutarsi in un drago volante. 

Nel corso dell’esplorazione ci ritroveremo spesso ad utilizzare le nuvole per ricaricare l’energia del drago, la quale ci consente di elevarci a grandi altezze, oltre a prendere velocità per raggiungere le sfere da raccogliere nel minor tempo possibile.

Oltre 700 le sfere posizionate nei cieli e pronte per essere raccolte, oltre una quantità molto generosa di Totem da attivare, una volta toccati con la testa del drago, il tutto accompagnato da un comparto grafico ed una colonna sonora fiabeschi, tipici dei titoli prodotti da ThatGameCompany

Nel corso della breve avventura ci ritroveremo più volte a passare dalla forma umanoide a quella animale e viceversa, per raggiungere zone inaccessibili con la forma opposta, nonostante gli enigmi risultino infantili da risolvere, accantonando la difficoltà.

Per terminare l’avventura vengono richieste solo 150 sfere sulle oltre 700 disponibili, portandoci ai titoli di coda in sole 3 ore complessive. Nei panni del drago è possibile volare liberamente nel cielo, formare un cerchio e prendere velocità.

Volando tra le nuvole è possibile recuperare la stamina, raccogliendo le sfere invece si aumenta quest’ultima, con la possibilità dunque di volare ad alte velocità e altezze per un tempo maggiore.

Portata a termine l’avventura, è possibile cimentarsi nella modalità Nuovo Gioco +, rivolta a coloro che vogliono completare il titolo raccogliendo tutte le sfere, partendo con i vantaggi ottenuti nell’avventura precedente.  

Un indie game bello da vedere quanto coinvolgente, peccato che il gameplay dello stesso si limiti al solo volo e raccolta di sfere oltre l’attivazione dei totem, focalizzando l’attenzione su una trama strappa lacrime ed un comparto audio di tutto rispetto.

Se avete amato titoli come Journey, Flower e le tante altre esclusive PLAYSTATION, vi consigliamo di non lasciarvi sfuggire Ourne, nonostante il prezzo richiesto per il suo acquisto sia al di sopra della qualità finale del prodotto.

Oure GAMEPLAY TRAILER

7.7

Graifca
8.5
85%
Gameplay
8.0
80%
Sonoro
9.0
90%
Longevità
6.0
60%
Trama
6.8
68%

Giovanni Damiano

Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata "Press Start"! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l'illuminazione con la nextgen e i VR

Lascia un commento