Nights of Azure 2: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 30-10-2017 7:27

Quando Nights of Azure fece il suo esordio, riusci a conquistarsi le attenzione del pubblico, grazie ad un sistema di combattimento semplice e immediato ed un calderone di buone idee, dopo tutto si sa che è la prima impressione quella che conta. Atelier Firis e Blue Reflection, sono lieti di portare sul mercato il sequel intitolato Bride of the New Moon, ed oggi vogliamo condividere con voi la nostra Recensione.

Nights of Azure 2 Recensione

Night of Azure 2 ci porta nel medesimo mondo di gioco, dopo gli avvenimenti del prequel. L’agente della Curia (organizzazione anti demone) viene incaricata di condurre l’amata Liliana per farla diventare la sposa del tempo e fermare allo stesso tempo la Regina, tramite un sacrificio, purtroppo però le cose non vanno come previste.

La protagonista viene uccisa sul campo venendo riportata in vita come un mezzo demone e dai poteri magici.Alla sua morte una terribile maledizione è calata sul regno, portando via il sole e lasciando che l’oscurità regni sovrana.

Tramite una luna azzurra è possibile tenere sotto controllo il tempo a disposizione, quando quest’ultima diverrà totalmente oscura, ci ritroveremo di fronte al game over.E’ cosi che il time limit svolge un ruolo molto importante, portandoci a restare fuori e quindi in missione per soli 10 minuti, focalizzandoci sulle cose più importanti da fare.

Night of Azure 2 è un action dalle meccaniche RPG, il quale combina gli attacchi leggeri e pesanti a mosse speciali e combo con l’aiuto del partner. A differenza del prequel avremo a disposizione solo 2 personaggi secondari, i quali hanno mantenuto la loro personalità, scegliendo di combattere al nostro fianco.

Tramite le loro abilità, è possibile raggiungere zone inaccessibili, obbligandoci allo stesso tempo a scegliere quali utilizzare in determinare aree. Mentre gli alleati salgono automaticamente durante le esplorazioni, per la protagonista dovremo offrire sangue blu, raccolto dai nemici sconfitti, con la possibilità di guadagnare punti in combattimento per poter livellare ed ottenere abilità. 

Gameplay veloce e semplice, divertente e longevo, peccato che, la presenza del time limit, spesso ci obbliga a tornare nella medesime aree, poichè non esplorate appieno a causa della scadenza del timer.

L’impressione di trovarci di fronte l’ennesimo musou è piuttosto evidente, con ambienti ingabbiati da muri invisibili e nemici da sconfiggere come se non ci fosse un domani, una struttura di gioco decisamente articolata.

L’eroina selezionata è in grado di portare durante il suo viaggio, sia una compagna d’arme che due creature elementali, quest’ultime in grado di fornire abilità passive ed attacchi aggiuntivi. Durante i combattimenti è possibile ricorrere agli attacchi Double e Revenge per riempire la barra della Double Chease, con la quale dare vita ad un attacco speciale e devastante.

Recandoci presso un Hotel che funge da HUB, è possibile sia livellare la protagonista che acquistare o vendere oggetti presso lo shop oltre a svagarsi tra una missione e l’altra.  Attraverso un’apposito albero di abilità, è possibile aumentare i poteri e dare vita ad un stile di combattimento personale.

Nights of Azure 2 GAMEPLAY TRAILER

Tornando al discorso della luna, le notti trascorse in hotel e il rigeneramento della propria salute causano l’avanzamento del ciclo lunare, diminuendo quindi la possibilità di completare il capitolo, obbligandoci a ricominciare le missioni. 

La trama seppur il character design ci abbia colpito, realizzato in cell shading come per il prequel, non decolla, con una colonna sonora coinvolgente e che si sposa alla perfezione con i singoli eventi.

Night of Azure 2 è indubbiamente un titolo interessante ed originale, ma eccessivamente frustrante, portando il giocatore a tenere sotto controllo il timer per l’intera durata del gioco, evitando di perdere tempo prezioso durante lo svolgimento delle missioni. 

7.2

Grafica
7.5
75%
Gameplay
7.0
70%
Sonoro
7.2
72%
Longevità
8.0
80%
Trama
6.5
65%

Giovanni Damiano

Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata "Press Start"! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l'illuminazione con la nextgen e i VR

Lascia un commento