Little Nightmares – Le profondità: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 11-07-2017 7:26

Verso la fine di Aprile Bandai Namco lanciò sul mercato la sua nuova IP intitolata “Little Nightmares“, un platform ispirato per certi versi a Limbo ma che ci vede nei panni di una bimba con l’impermeabile, la quale si ritrova intrappolata in una terrificante struttura abitata da strane e pericolose creature. A distanza di 3 mesi circa, arriva il primo DLC dei 3 previsti chiamato “Le profondità” ed oggi vogliamo condividere con voi la nostra Recensione

Le Profondità ci fa vestire i panni di un secondo personaggio di cui abbiamo fatto la conoscenza seppure per un breve periodo di tempo nel corso dell’avventura principale, il quale si risveglia all’interno di una stanza oscura.

Leggi anche Little Nightmares: Recensione, Trailer e Gameplay

Le meccaniche di gioco restano invariate cosi come il comparto grafico, permettendoci di esplorare nuove location e di affrontare un’inedita e pericolosa minaccia che si annida nelle profondità delle acque da cui il DLC prende nome.

Essendo il primo dei 3 DLC previsti, la durata complessiva dello stesso si aggira su un’ora scarsa, nella quale dobbiamo attivare meccanismi, evitare sanguisughe e sfuggire alla minaccia che tenterà in tutti i modi di fare di noi il suo pranzetto, spostandoci di piattaforma in piattaforma.

A differenza dell’avventura principale “Le profondità” è interamente o quasi ambientato in location acquatiche, portandoci il più delle volte a nuotare nelle torbide acque il più rapidamente possibile per raggiungere un luogo sicuro, lontano dalla presenza della nuova mostruosa creatura.

Little Nightmares – Le profondità GAMEPLAY TRAILER

Gli sviluppatori hanno deciso di rendere questo mini capitolo molto più oscuro e tetro rispetto la storia originale, sostituendo l’accendino con una torcia elettrica, la quale può essere utilizzata in qualsiasi momento tramite la pressione dell’apposito tasto. 

Gli ambienti sommersi di questo primo DLC sono la dimora di una creatura subacquea nota come la Nonnina, dotata di braccia molto lunghe e in grado di afferrarci per trasportarci sul fondo. Un villain differente da quelli incontrati nella storia principale, il quale mostra il suo aspetto solo per pochi fotogrammi, nascondendosi nelle acque e rendendo visibile solo la sua scia, in grado di tenere il giocatore in tensione durante gli spostamenti.

7.1

Le profondità rimane fedele al titolo principale, mettendoci nei panni di un nuovo personaggio per avere una prospettiva differente. Nonostante il nemico sia inquietante a suo modo, questa mini avventura della durata di solo un'ora procede pigramente, senza mai porci di fronte a puzzle ostici e difficili da risolvere. In attesa di scoprire ciò che Bandai Namco ha riservato a tutti i giocatori di Little Nightmare con il secondo DLC in uscita a Novembre, vi invitiamo ad immergervi nelle Profondità, la quale segue le vicende di un ragazzino in concomitanza con gli eventi accaduti nella storia originale.

Grafica
8.5
85%
Gameplay
8.0
80%
Sonoro
7.5
75%
Longevità
5.0
50%
Trama
6.5
65%

Giovanni Damiano

Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata "Press Start"! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l'illuminazione con la nextgen e i VR

Lascia un commento