Jydge: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 11-10-2017 7:43

Quest’oggi vi portiamo nuovamente nel mondo dei giochi isometrici, dopo la nostra Recensione di Neon Chrome, è il turno di Jydge, uno di quei tanti titoli che vengono rilasciati su PC e Console passando inosservati agli occhi dei giocatori, scopriamo insieme di cosa si tratta.

JYDGE Recensione

Jydge è uno sparatutto con visuale isometrica (dall’alto), nel quale vestiamo i panni di un mix tra Judge Dredd e Robocop, il cui unico obiettivo è quello di annientare il crimine salvando gli ostaggi in pericolo, il tutto creato proceduralmente proprio come accade in Neon Chrome.

Il giocatore ha libertà di creare il proprio stile di gioco, tramite sia il potenziamento di Jydge che del proprio arsenale, sfruttando gli slot a disposizione per migliorare armi e protagonista, per affrontare al meglio i livelli, sempre differenti tra loro ad ogni partita. 

Oggetti, mod di vario tipo, impianti cibernetici e molto altro ancora, permettendo di dare vita ad un miliardo di differenti configurazioni. E’ possibile optare per degli attacchi ravvicinati o dalla distanza, corpo a corpo o armati di un equipaggiamento di tutto rispetto.

Razzi, laser, scariche elettriche ed altri letali strumenti possono essere utilizzati per far rispettare la legge, annientando la minaccia e salvando gli ostaggi, ma portandoci al gameover in pochi secondi nel caso in cui l’ostaggio venga accidentalmente colpito.

Portando a termine gli incarichi si ottengono medaglie e si accedere ad una migliora attrezzatura.  Grazie al supporto della co-operativa in locale, è possibile cimentarsi nella modalità Storia con un amico.

In qualsiasi momento è possibile accedere all’inventario da dove modificare i componenti installati sul Giudice o nel proprio armamento, passando dunque da una Mod all’altra durante gli scontri a fuoco.

La caratteristica principale del titolo risiede nella distruttibilità dell’ambiente, attraverso le armi a disposizione è possibile irrompere negli edifici rompendo vetri e pareti o causando l’esplosione di container ed altri elementi presenti sullo schermo.

Al primo avvio ci troviamo di fronte una sorta di tutorial che ci mostra velocemente come muoverci nell’ambiente, sparare e potenziarci, dopo di che partiranno i livelli veri e propri, suddivisi in missioni sparsi per la mappa della città, i quali vengono generali proceduralmente, ponendoci di fronte a situazioni sempre differenti. 

Il tutto viene gestito da una visuale dall’alto solo per gli amanti del genere ed una colonna sonora coinvolgente, che si sposa alla perfezione con l’azione proposta. 

5.3

Grafica
4.0
40%
Gameplay
5.0
50%
Sonoro
6.5
65%
Longevità
6.0
60%
Trama
5.0
50%

Giovanni Damiano

Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata "Press Start"! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l'illuminazione con la nextgen e i VR

Lascia un commento