Giant Cop Justice Above All: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 12-04-2017 8:55

Dopo Dick Wilde è il turno di Giant Cop Justice Above All, un’altra esperienza in realtà virtuale in grado di strappare un sorriso al giocatore e intrattenerlo per diverse ore. Scopriamo insieme di cosa si tratta con la nostra Recensione.

Giudice, Giuria e Boia

In Justice Above All ricopriamo il ruolo di un poliziotto in VR dalle dimensioni titaniche o meglio dire di una divinità che dall’alto dei cieli, dovrà fare giustizia arrestando i criminali utilizzando dei metodi fuori dal comune. Ci ritroviamo in 4 differenti città dal look cartoonesco dove utilizzando i Touch del controller potremo padroneggiare delle mani virtuali, le quali permettono di afferrare cose o persone e scaraventarle a lunghe distanze senza alcuna pietà.

Lo scopo del gioco è quello di completare i vari incarichi proposti che è possibile consultare tramite un’apposito taccuino, la maggior parte di essi incentrati sull’eliminazione di spacciatori, nudisti ed altri criminali che minacciano di disturbare la serenità e il pudore della cittadina. Dopo aver completato il tutorial iniziale, ci viene data la possibilità di esplorare la città teletrasportandoci da un punto all’altro tramite lo stick analogico alla ricerca di missioni primarie, secondarie e collezionabili da raccogliere.

Lanciatore provetto 

Durante la nostra esplorazione utilizzando i guanti e quindi i Touch di Oculus potremo afferrare auto, persone ed ogni altro oggetto capiti a tiro, sentendoci il Godzilla della situazione con la possibilità di scaraventare i criminali nello schermo per gli arresti adoperandoci del metodo che riteniamo più idoneo, dal classico lancio all’uso di una racchetta utilizzando i criminali come fossero palline.

In ogni città sono collocati numerosi distintivi che permettono una volta raccolti di sbloccare gli obiettivi ed ottenere dei bonus. Nonostante la calibrazione del visore, ci siamo trovati più volte ad una distanza molto ravvicinata che ci impediva di afferrare i soggetti indicati, costringendoci a spostarci altrove allungando il braccio, nulla che non possa essere risolto con una patch o una calibrazione più accurata del visore. 

La particolarità del titolo risiede nella possibilità di interagire con quasi tutti gli elementi presenti nello scenario, nonostante la distruzione sia rivolta solamente  alle vetture che è possibile scagliare sull’asfalto per provocare degli incidenti stradali. Completando le varie richieste è possibile sbloccare le restanti cittadine da esplorare e liberare dalla criminalità. 

Giant Cop Justice Above All Gameplay Trailer

3.0

Un passatempo esilarante ed originale nonostante la ripetitività dello stesso con il proseguimento delle missioni risulti marcata oltre la limitazione negli spostamenti e nelle interazioni. Un titolo che merita indubbiamente l'acquisto se siete alla ricerca di un'esperienza VR divertente ed originale.

Giovanni Damiano

Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata "Press Start"! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l'illuminazione con la nextgen e i VR

Lascia un commento