Dragon’s Dogma Dark Arisen: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 10-10-2017 8:53 Aggiornato il: 10-10-2017 8:55

Nella scorsa generazione di console, abbiamo assistito all’evoluzione e larga diffusione del genere RPG Open World e tra i titoli che ha destato maggiormente il nostro interesse vi è indubbiamente Dragon’s Dogma, cosi amato dai giocatori che Capcom decise tempo dopo di rilasciare l’edizione Dark Arisen, contenente sia il gioco base che nuovi contenuti volti ad incrementare notevolmente la già generosa longevità del gioco, ed oggi vogliamo condividere con voi la nostra Recensione sull’edizione “Nextgen” del titolo rilasciata di recente su Xbox One e PS4.

Dragon’s Dogma Dark Arisen RECENSIONE

Nel gioco vestiamo i panni di un prescelto, sopravvissuto all’attacco da parte di un enorme drago chiamato Grigori,il quale ha spazzato via il villaggio pacifico di Cassardis, divorando il cuore del nostro avatar e condannandolo a dargli la caccia per l’eternità, costringendo il giocatore ad affrontare un lungo viaggio pieno di pericoli e misteri ai confini del villaggio natio.  

Dragon’s Dogma Dark Arisen ci consente nel corso dell’avventura di domare le bestie più selvagge, salendo in groppa alle stesse come fossero destrieri e ponendo l’attenzione del giocatore sul fattore rigiocabilità.

Come ogni gioco RPG che si rispetti sono presenti differenti classi, dall’arciere o mago al guerriero, ognuno con abilità e caratteristiche uniche. 

Nonostante il livello di difficoltà non sia elevato come la serie Dark Souls, il giocatore è chiamato a studiare e memorizzare i movimenti dei nemici prima di infliggere gli attacchi, imbattendosi negli stessi anche durante le esplorazioni notturne.

Dark Arisen introduce l’isola di Nerabisso, una sorta di antro infernale dove i mostri la fanno da padrone, accessibile solo dopo aver raggiunto un certo livello e padronanza delle abilità, mettendo a dura prova la pazienza del giocatore.

Essendo un vasto open world, Capcom non forza il giocatore a prendere una singola direzione, lasciando libertà allo stesso di decidere come e quando raggiungere gli obiettivi principali. 

La remastered di un titolo già amato nel passato non poteva che giovare allo stesso, attirando a se non solo coloro che hanno avuto modo di mettere le mani sul titolo 5 anni fa o forse più, ma anche nuovi giocatori alla ricerca di esperienze inedite, pur rimanendo in tema con gli RPG ai quali siamo stati abituati per anni.

Il comparto tecnico risulta soddisfacente, eliminando definitivamente i cali di frame e gli errori grafici che affliggevano le versioni precedenti del titolo, a dimostrazione di come il motore grafico MT Framework lavori perfettamente su hardware moderni. 

Purtroppo però gli FPS sono bloccati a 30, proponendo un’esperienza di gioco lineare e graficamente soddisfacente, ma impedendo ai giocatori più esigenti di optare per la velocità piuttosto che la grafica. 

Il combat system del gioco appare veloce e tecnico, nonostante l’ulteriore aumento della velocità dell’aggiornamento dello schermo, avrebbe giovato al titolo. Egregio anche il lavoro svolto con le texture sia per alcuni scenari che per i personaggi stessi, comportandosi degnamente a risoluzione HD.  

Dragon’s Dogma Dark Arisen GAMEPLAY TRAILER

 

Dragon’s Dogma Dark Arisen è stato rimasterizzato alla perfezione, a dimostrazione di come un lavoro ben fatto porti dei risultati, apparendo un titolo datato ma allo stesso tempo rivisto e corretto, apportando quei cambiamenti e migliore al titolo che con hardware obsoleti non era possibile attuare.

 

8.2

Grafica
8.5
85%
Gameplay
8.0
80%
Sonoro
8.8
88%
Longevità
8.4
84%
Trama
7.5
75%

Giovanni Damiano

Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata "Press Start"! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l'illuminazione con la nextgen e i VR

Lascia un commento