Dick Wilde: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 12-04-2017 8:35

Quest’oggi vogliamo portarvi nella realtà virtuale di Oculus Rift con Dick Wilde, nel quale vestiamo i panni di un cacciatore armato fino ai denti che dovrà eliminare orde di nemici dai coccodrilli ai gabbiani e piranha. 

Massacro animalesco 

Dopo aver indossato il VR e impugnato i Touch, ci ritroviamo all’interno della dimora del cacciatore più spietato delle paludi, dove oltre a padroneggiare le armi a disposizione potremo accedere alle varie modalità, consultare l’equipaggiamento e selezionare lo scenario ideale per la caccia alla fauna. A differenza dei comuni giochi di caccia ai quali siamo stati abituati per tanto tempo, Dick Wilde ci pone di fronte agli animali più pericolosi delle paludi, da affamati coccodrilli a piranha pronti a banchettare con la nostra carne.

Lo scopo del gioco è quello di sopravvivere alle tante ondate proposte utilizzando lo scudo per difendersi dagli spruzzi e attacchi e le armi a disposizione per eliminare i feroci animali dalla distanza. Ogni fine turno ci viene offerta la possibilità di ottenere una delle tante ricompense proposte, da un maggiore quantitativo di munizioni a medipack utilizzabili per ripristinare la barra della salute. 

Armato fino ai denti

Dalla dimora del cacciatore è possibile selezionare sia la campagna giocatore singolo che permette di fronteggiare una serie di ondate in varie location che la co-operativa a 4 giocatori locali dove bisogna eliminare le bestie feroci in compagnia di altri giocatori, sfidandosi allo stesso tempo per ottenere il punteggio migliore. Una volta selezionata l’area di caccia, bisogna scegliere una delle tante armi che potremo padroneggiare nel corso delle ondate, dai fucili alle pistole, dagli arpioni agli archi, ognuna di esse con caratteristiche uniche, pensate per l’eliminazione dei bersagli dalla media o lunga distanza.

Per ogni animale ucciso veniamo ricompensati con un punteggio il quale si somma alle singole uccisioni ed ovviamente ai bonus guadagnati nel corso delle ondate. Eliminando i pesci d’oro si ottengono dei punti molto alti che consentono di incrementare notevolmente il contatore. Dopo aver ultimato tutte le ondate previste, è possibile proseguire l’avventura o tornare al capanno per cambiare arma o location. 

Pericolo in VR

Nonostante il look cartoonesco che il team di sviluppo ha deciso di utilizzare per lo sviluppo di Dick Wilde, il titolo in VR offre realmente la sensazione di trovarsi sul posto, spaventando i giocatori seppure in maniera ironica quando un coccodrillo o un qualsiasi altro animale compie un salto in avanti per divorare o ferire il cacciatore, portandoci a ricaricare e ricaricare più volte le armi guardandosi spesso in giro per eliminare la minaccia prima che giunga in prossimità della nostra postazione.

Dick Wilde Gameplay Trailer

3.5

Dick Wild non può di certo definirsi un capolavoro ma è indubbiamente un titolo che merita l'acquisto sia per il costo accessibile che per la qualità del prodotto, in grado di intrattenere il giocatore per svariate ore.

Giovanni Damiano

Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata "Press Start"! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l'illuminazione con la nextgen e i VR

Lascia un commento

Termini di ricerca:

  • Dick wild recensione