Brawlout: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 19-05-2017 7:57 Aggiornato il: 19-05-2017 7:58

Correva l’anno 1999 quando arrivo sul mercato videoludico il primo picchiaduro alla Royal Rumble, non ci stiamo riferendo naturalmente a WWE ma a Smash Bros ed oggi vogliamo condividere con voi la nostra Recensione di Brawlout, un gioco ispirato proprio al titolo Nintendiano, disponibile su PC Steam in Early Access. 

Ritorno alle origini

Brawlout ci pone di fronte ad un menù ricco di modalità dai classici match rapidi ai classificati passando per il multiplayer locale e la Storia. Essendo una Early Access abbiamo per ora la possibilità solo di affrontare scontri online e locali contro altri giocatori o personaggi gestiti dalla CPU, la quale svolge egregiamente il suo compito apparendo il più delle volte ostica e agguerrita.

Il gioco ci porta in scenari colorati e dai lottatori cartooneschi ben realizzati sia in modellazione che animazioni.Lo stile grafico ricorda per certi versi quello visto nella serie Skylanders dal design dei personaggi alle ambientazioni colorate, il tutto gestito da un framerate fisso sui 60 con dei lievi cali di tanto in tanto

Dejavu videoludico 

Per godere appieno dall’esperienza offerta è consigliabile l’uso di un controller, nonostante sia possibile giocare con la tastiera, dimostrando di come il team abbia ottimizzato il gameplay del titolo per entrambi i dispositivi.  

Selezionato il lottatore, il nemico da affrontare e lo stage, ci ritroviamo di fronte un caricamento molto veloce, il quale non rovina l’esperienza di gioco, catapultandoci nel vivo dell’azione in pochi secondi. I combattimenti come per la serie Smash Bros sono incentrati sia sull’orizzontale che sul verticale, dandoci la possibilità di salire o scendere dalle varie piattaforme.

Brawlout GAMEPLAY TRAILER

A differenza dei classici picchiaduro, in Brawlout lo scopo del gioco è di scagliare l’avversario fuori dallo scenario. Colpendo il nemico è possibile ricaricare un’apposita barra la quale una volta carica consente di effettuare una combo devastante in grado di far volare i nemici ai 4 angoli dello schermo.

Un gameplay decisamente frenetico che richiama in tutto e per tutto il titolo Nintendiano, dandoci la sensazione di trovarvi all’interno di un Dejavu, ma allo stesso tempo una gioia per coloro che non avendo una piattaforma Nintendo hanno con Brawlout la possibilità di cimentarsi in combattimenti di mischia sul PC. 

2.5

Nonostante non brilli di luce propria, Brawlout è in grado di strapparvi un sorriso di tanto in tanto, un picchiaduro che merita la vostra attenzione se siete cresciuti con la serie Smash Bros e volete suonarle di santa ragione ai vostri amici. Un gioco senza infamia o lode che nonostante gli sforzi del team di sviluppo non riesce a prendere il volo come dovrebbe.

Giovanni Damiano

Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata "Press Start"! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l'illuminazione con la nextgen e i VR

Lascia un commento