Arizona Sunshine: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 19-05-2017 7:33 Aggiornato il: 19-05-2017 7:41

La realtà virtuale negli ultimi anni ha fatto dei notevoli passi da gigante, trasportando il giocatore in un’esperienza di gioco senza precedenti ed oggi vogliamo condividere con voi la nostra Recensione del Survival HorrorArizona Sunshine“, testato su PC con gli Oculus Rift.

A caccia di zombie nel torrido deserto dell’Arizona

Vertigo Games con Arizona Sunshine ci porta in scenari caldi e desertici popolati dai non morti, come fossimo in The Walking Dead, uno sparatutto in prima persona giocabile esclusivamente con il visore, in grado di coinvolgere pienamente il giocatore. La modalità storia può essere giocata in singolo o con un amico online per un totale di 9 livelli e per coloro che amano le sfide, è possibile affrontare la modalità orda sia in singolo che online a 4 giocatori, cercando di sopravvivere il più a lungo possibile. 

Grazie ai controller Touch di nuova generazione, è possibile interagire al meglio non solo con le armi presenti in gioco dando la sensazione di impugnarle realmente ma anche aprire e chiudere sportelli, raccogliere oggetti, ricaricare le pistole ed altro ancora. 20 sono le armi che possiamo padroneggiare tra fucili a pompa, mitragliatrici, granate ed ovviamente le pistole con la possibilità di equipaggiarne due per volta tramite la cintura.  

Guarda mamma senza gambe

Il livello di difficoltà è in grado di equilibrare alla perfezione il gioco, costringendo i giocatori ad utilizzare i mirini delle armi per centrare il bersaglio senza poter disporre di un puntatore, aggiungendo la ricarica manuale delle armi. Per spostarsi nel vasto scenario di Arizona Sunshine bisogna teletrasportarsi tramite lo stick analogico, riducendo in questo modo il senso di nausea dato dal movimento del corpo.

Nessun tutorial dove poter apprendere le basi, il titolo ci porta fin da subito nel vivo dell’azione, dandoci la possibilità di guardarci attorno nella caverna iniziale e famigliarizzare con le pistole facendo pratica sui dei poveri barattoli all’esterno della struttura. In qualsiasi momento è possibile voltare rapidamente la visuale per guardarci le spalle affidando i singoli spostamenti ai rapidi teletrasporti. 

Shhh hai sentito qualcosa?

Dal punto di vista tecnico il titolo offre degli scenari molto vari, colorati ed esplorabili cosi suggestivi da immergere pienamente il giocatore in questa terrificante seppure in parte esperienza di realtà virtuale, nonostante l’aliasing sia spesso presente cosi come dei dettagli non sempre curati, aspetti che non rovinano il divertimento proposto dal titolo sopratutto grazie alle alte risoluzioni dei nuovi visori che rendono quasi impercepibile la presenza dei pixel su schermo.

La modellazione poligonale cosi come l’animazione degli zombie è stata curata nei minimi dettagli, per spaventare il giocatore sopratutto durante gli scontri ravvicinati e in luoghi molto bui, dove avremo a disposizione una sola fonte di luce per orientarci. Per quanto riguarda il comparto audio non aspettatevi di essere accompagnati da una colonna sonora entusiasmante tipica del luogo, gli sviluppatori hanno deciso di porre l’attenzione dei giocatori sugli effetti audio, dal doppiaggio del protagonista nei suoi monologhi ai classici rumori di oggetti che cadono, porte che sbattono o vetri rotti. 

Arizona Sunshine GAMEPLAY TRAILER

3.5

Arizona Sunshine ha molti assi nella manica, un titolo coinvolgente e divertente, originale ma allo stesso tempo terrificante, un gioco che merita la vostra attenzione se siete alla ricerca di un titolo innovativo e in grado di tenervi incollati al visore per svariate ore.

Giovanni Damiano

Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata "Press Start"! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l'illuminazione con la nextgen e i VR

Lascia un commento