Agents of Mayhem: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 25-08-2017 9:18 Aggiornato il: 25-08-2017 9:24

Dopo il successo della saga Saints Row, Volition porta su PC e Console uno spin-off intitolato Agents of Mayhem, ed oggi vogliamo condividere con voi la nostra Recensione di questo strambo ed esilarante titolo.

I cattivi non dormono mani

Agents of Mayhem ci porta nel medesimo universo narrativo di Saints Row con i classici colori e loghi ai quali siamo stati abituati nel corso dei precedenti capitoli, dando ai giocatori la possibilità di esplorare una Seoul futuristica e cartoonesca, mettendoci nei panni di un’organizzazione nata allo scopo di eliminare il male, conosciuta come Mahyem ossia Multinational Agency for Hunting Evil Masterminds.

L’obiettivo è quello di sventare i piani di una seconda organizzazione criminale nota come League of Evil Gentlemen Intent on Obliteraing Nations alias Legion. La trama viene narrata attraverso delle cutscene realizzate in stile cartone animato occidentale, sia per i singoli nemici che per ogni componente della Mayhem.

Il gioco si presenta come un folle sparatutto open world in terza persona, il quale prende spunto da numerosi titoli tra cui Overwatch per lo stile grafico, Crackdown per i super poteri e naturalmente Saint Row per l’ironia.

12 sono i membri della squadra Mayhem di cui 3 disponibili fin da subito e i restanti sbloccabili dopo aver completato determinate missioni, tra cui arcieri indiani, gangster, yakuza, calciatori in pensione e naturalmente ninja mediorentali.

Ogni personaggio ha abilità differenti ed un arsenale unico a disposizione, migliorabile e potenziabile salendo di livello.

Durante l’esplorazione capiterà spesso di imbattersi in schemi per costruire gadget particolari e collazionabili di vario tipo, allo scopo di sbloccare personalizzazioni per gli agenti, oltre dei nuclei energetici e frammenti che permettono di ottenere abilità particolari per ogni singolo agente. 

Il sistema di sviluppo del personaggio è davvero molto semplice seppure ramificato in differenti abilità e potenziamenti, i quali possono essere sostituiti in qualsiasi momento, a differenza dei classici alberi di abilità.

Ogni personaggio dispone non solo di 3 differenti nuclei energetici da installare per accedere alle suddette abilità, ma anche potenziamenti e gadget ben mirati che è possibile utilizzare durante gli scontri.

Facendo ritorno alla base operativa, è possibile sfruttare gli agenti non attivi per indagini sparse nel mondo, raccogliere risorse e materie prime, dare vita a nuovi equipaggiamenti e molto altro ancora.

Inutile dire che in Agents of Mayhem non mancano le missioni secondarie, le quali ricompensano il giocatore con un sostanzioso bottino. La generosa presenza di missioni primarie ed incarichi secondari, portano la longevità del titolo sulle 20 ore circa, escludendo naturalmente l’esplorazione dell’intera città alla ricerca di tutti i collezionabili.  

Agents of Mayhem GAMEPLAY TRAILER

Testato su PC, il gioco gira in 4K restando sui 30 FPS con una scheda video NVIDIA GEFORCE 1080 di ASUS STRIX, presentando di tanto in tanto qualche calo di frame sopratutto durante gli scontri con i nemici, problemi a cui è possibile rimediare cambiando alcuni settaggi grafici, senza rinunciare sia agli FPS che al comparto grafico.  

Le texture cartoonesce utilizzate per i personaggi e per la città cosi come le animazioni, rendono Agent of Mayhem un vero e proprio cartone animato interattivo, ispirato agli occidentali degli anni 90.

8.4

Agents of Mayhem vi conquisterà fin da subito, sia per un comparto grafico fumettoso, dalle animazioni cartoonesche che per una città viva e splendente, curata nei minimi dettagli. La presenza di una quantità generosa di missioni ed attività secondarie oltre i personaggi e potenziamenti sbloccabili,rendono il titolo piacevole da giocare per l'intera longevità. Un mix di generi che si sposano alla perfezione tra loro, dando vita ad un titolo esilarante quanto originale e divertente, in grado di strappare un sorriso al giocatore di tanto in tanto, tra una carneficina e l'esplorazione di ogni singolo quartiere della Seoul futuristica ideata dai ragazzi di Volition.

Grafica
9.0
90%
Gameplay
8.5
85%
Sonoro
8.0
80%
Longevità
8.8
88%
Trama
7.5
75%

Giovanni Damiano

Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata “Press Start”! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l’illuminazione con la nextgen e i VR

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato