Elena: Recensione, Trailer & Gameplay

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 09-01-2017 7:40

Anna vi dice niente? Il team di sviluppo autore del progetto di cui vi parleremo oggi si è ispirato al celebre horror italiano per dare vita a Elena, un progetto longevo quel tanto che basta da coinvolgere il giocatore se giocato in VR

Elena VR: Sulle tracce del marito

Elena è un gioco in prima persona nel quale ci ritroviamo nei panni di una ragazza, la quale tornando a casa assisterà all’improvvisa scomparsa del marito e alla tramutazione del bagno in una stanza che ricorda le atmosfere di Resident Evil 7. Elena è incentrato sull’esplorazione della dimora, la quale tramuterà il suo aspetto in base agli eventi legati al proseguimento della storia.Nonostante sia stato progettato per la realtà virtuale, è giocabile anche con mouse e tastiera per chi non possiede un VR di nuova generazione.

Il cuore di Elena risiede proprio nella VR, la quale permette al giocatore di immedesimarsi nei panni della fanciulla, esplorando la dimora alla ricerca di indizi legati alla scomparsa del coniuge, interagendo con gli oggetti presenti al suo interno, afferrandoli ed analizzandoli grazie al supporto non solo degli Oculus Rift ma anche degli Oculus Touch, i controller di nuova generazione. Ogni oggetto che si tratti di un cassetto o di un comune soprammobile è interattivo.

Elena Trailer

Non ci sono enigmi particolarmente difficili da risolvere, mostri dai quali fuggire o spaventi eccessivi da costringere il giocatore a rimuovere il visore di tanto in tanto, l’atmosfera è stata sviluppata per immergere il giocatore a 360 gradi, accompagnata da una colonna sonora che si sposa alla perfezione con il comparto grafico e la dura di ogni dettaglio, dal più piccolo al più grande soprammobile presente in casa.

Se giocato in VR, Elena è in grado di offrire un’esperienza senza precedenti, nonostante la sua longevità si attesti sulla mezzora circa, a patto che naturalmente siate a conoscenza di come proseguire l’avventura. Lo scopo del gioco è quello di recuperare degli indizi, appunti che verranno annotati dalla protagonista in base a determinati eventi, i quali dovranno essere appesi su una bacheca situata all’entrata della dimora.

Elena Gameplay – Soluzione (ATTENZIONE SPOILER)

Di tanto in tanto il telefono squillerà e una strana voce ci fornirà informazioni utili per la trama e per risolvere un mistero che ci coinvolgerà fin dai primi minuti di gioco. Ogni qual volta una delle stanze cambierà il suo aspetto passando da uno stile moderno e luminoso al trasandato e abbandonato da tempo, compariranno oggetti chiave che ci permetteranno di creare nuove note basate sui ricordi della protagonista.

Le note finiranno automaticamente in una sorta di inventario, per poi finire sulla bacheca automaticamente una volta interagito con la stessa. Oltre il posizionamento delle note, bisognerà effettuare i dovuti collegamenti tra le stesse al fine di avere un senso logico e di conseguenza un quadro completo della vicenda, chiedendosi se il marito sia mai realmente esistito o se si tratta solo del frutto della sua immaginazione.

4.0

Elena è una breve ma interessante esperienza pensata per i possessori di un visore, nonostante sia giocabile anche come Anna e tanti altri del medesimo genere. 

Giovanni Damiano

Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata "Press Start"! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l'illuminazione con la nextgen e i VR

Lascia un commento