Naughty Dog: Uncharted 4 è la fine per Nathan Drake

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 14-12-2015 8:00

Naughty Dog torna ancora una volta (e probabilmente per l’ultima) a parlare di Uncharted 4, affermando che sarà il capitolo conclusivo delle vicende di Nathan Drake.

natesam

Uncharted 4 – La fine di Nathan Drake

Ogni Uncharted è stato un grande successo, migliore del precedente.  Se ci soffermiamo un’attimo a pensare, vediamo come la scelta di interrompere la serie sia una decisione pessima dal punto di vista commerciale. La cosa fantastica di Sony è che ci lasciano liberi di creare quello che vogliamo.

Per noi è come se i protagonisti di Uncharted fossero reali. Quando scriviamo per loro riusciamo anche a sentirli nelle nostre teste. In realtà è semplice arrivare alla conclusione, è giunto il momento di farlo, è Drake che ce lo sta chiedendo. Percepiamo di aver creato qualcosa di grande con i 3 capitoli ma è giunto il momento di concludere.

Lo scorso Weekend abbiamo mostrato una scena nella quale Nathan ritrova suo fratello scomparso 15 anni fa, credeva fosse morto, in questa sequenza sarà il giocatore a decidere quale risposta fornire alla richiesta ” raccontami una delle tue avventure “.

La struttura ricorda per certi versi Mass Effect e The Witcher seppure i dialoghi saranno limitati solo ad alcuni punti specifici della campagna per non creare percorsi troppo lineari e quindi costruire momenti interessanti e coinvolgenti in maniera differente rispetto il passato.

Vi ricordiamo che il lancio di Uncharted 4 è attualmente fissato per il 18 marzo 2016. Il team coglie occasione per affermare che non è prevista alcuna open beta, per cui solo chi ha prenotato il gioco (Uncharted Collection) ha avuto modo di mettere le mani in anteprima sul comparto multi giocatore di questo ultimo capitolo della saga.

Si vocifera che Uncharted Golden Abyss sia in dirittura di arrivo su PS4, non ci resta che attendere per una conferma o smentita.

Giovanni Damiano

Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata "Press Start"! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l'illuminazione con la nextgen e i VR

Lascia un commento