The Evil Within 2: Alla scoperta di Union

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 20-09-2017 16:54 Aggiornato il: 20-09-2017 17:00

The Evil Within 2 porta il giocatore in un mondo pieno di orrori inimmaginabili, in cui la morte e lo smembramento attendono Sebastian ad ogni angolo. La cittadina di Union è stata creata nello STEM usando una mente pura e incontaminata come base, ossia la figlia di Sebastian Castellanos. Quando Lily scompare nello STEM, il mondo virtuale cade in rovina e la distruzione ha inizio, spetterà a Sebastian salvare sua figlia e tirarla fuori dallo STEM prima che sia troppo tardi.

Nel cuore della tenebra

Sebastian si ritrova a vagare tra case pittoresche lungo strade semplici dove è possibile imbattersi in un piccolo ristorante, un’autofficina, un centro informazioni, una chiesa ed un negozio di alimentari, una normale cittadina tramutata in un vero incubo. Prima della scomparsa di Lily, Union necessitava di manutenzione,  pertanto capiterà spesso di ritrovarsi in edifici trasandati.

John Johanas, direttore del gioco afferma:

Le persone inserite nello STEM devono restare attive perché il dispositivo possa funzionare. Perciò la Mobius ha optato per un tipico stile americano leggermente dismesso. È per questa ragione che Union non ha un aspetto splendente e immacolato nemmeno prima che inizi a collassare. La necessità di manutenzione è ciò che mantiene le persone nello STEM motivate e attive.

La Mobius ha creato Union, inizialmente popolata da persone provenienti dal mondo reale e trasferite nella realtà creata dalla mente di Lily. La Mobius riteneva che solo la mente di un bambino potesse garantire stabilità.

Qualcuno con forti tendenze psicopatiche sarebbe in grado di distorcere il mondo per perseguire i propri scopi e desideri. Perciò il Nucleo di questo mondo doveva essere un bambino innocente e la figlia di Sebastian si è dimostrata la candidata ideale

Trent Haaga aggiunge:

Sebastian dovrà affrontare nemici dalle personalità molto diverse tra loro, ognuno abbastanza potente da influenzare l’intero mondo virtuale. Solo individui dalla forte personalità possono ottenere un tale controllo e ognuno di loro desidera acquisire ancora più potere nello STEM.

Johanas prosegue dicendo:

Union è una sorta di dominio neutrale che funge da base per ciò che il mondo dovrebbe essere. È stata creata usando la mente di Lily come Nucleo. La sua psiche è la colonna portante di questo mondo. Ora che è scomparsa, il mondo collassa, pezzo dopo pezzo. Individui come Stefano e Theodore approfittano di questo stato per creare i regni distorti che scoprirete nel corso del gioco.

Il mondo di gioco è pieno di storie e misteri fin dall’arrivo di Sebastian. Grazie al comunicatore e alle generose mappi, è possibile scoprire ciò che circonda il giocatore, dagli avvenimenti del passato legati ad un evento terribile ad ogni oscuro segreto.  I giocatori non dovranno mai abbassare la guardia.

Il produttore esecutivo Shinji Mikami afferma:

Quando si crea un mondo bisogna disseminare la mappa di eventi, in modo che raggiungendo un certo luogo venga innescata una determinata risposta del mondo di gioco. Quindi bisogna stabilire la quantità perfetta di eventi che generino il giusto livello di tensione per un gioco di questo genere. Non si sa quale sia la quantità giusta finché non si procede con la creazione. Si avvia una serie di cicli in cui si crea qualcosa, si prova, si perfeziona e si ricomincia da capo.

Trent Haaga aggiunge:

Esiste una missione secondaria che si incontra piuttosto presto nel gioco, quando si esce dal primo rifugio e si ha per la prima volta la possibilità di esplorare Union. Rileverete un punto di risonanza sul comunicatore e ascolterete una conversazione del passato tra due soldati, che parlano di come tutto stia andando per il verso sbagliato.

Potete seguire il segnale attraversando tutta la prima mappa, il che contribuisce in modo sostanziale ad apprendere ciò che la gente faceva quando Union ha iniziato a collassare. È un piccolo arco narrativo che potete seguire mentre esplorate la zona e rilevate altri segnali.

Johanas conclude affermando:

Ognuno di questi segnali vi condurrà a un evento connesso, ma vi aiuteranno anche a esplorare la zona. Ascoltando i soldati parlare scoprirete di più su ciò che vi circonda, come i luoghi in cui trovare oggetti e risorse di cui potreste aver bisogno.

Questi eventi forniscono al giocatore delle ricompense. Nel caso dell’esempio di Haaga scoprirete di più sulla storia di Union e troverete dei rifornimenti. Vi sono poi eventi come la casa del flashback (di cui abbiamo già parlato) in cui non troverete risorse, ma vi immergerete in situazioni alienanti esplorando la fragile psiche di Sebastian.

La casa del flashback è forse il mio evento preferito. È il punto esatto in cui abbiamo iniziato a sviluppare la meccanica del teletrasporto. Vedete due luoghi diversi alternarsi nel mondo di gioco mentre intorno a voi accadono cose incomprensibili e non riuscite a distinguere ciò che è reale da ciò che non lo è.

Non sapete se siete davvero nel passato o in una realtà alternativa. Volevamo che l’esperienza fosse bizzarra e terrificante per il giocatore così come lo è per Sebastian. La casa del flashback è stata uno dei primi eventi sviluppati e ha stabilito il tono narrativo che abbiamo scelto per raccontare il trauma di Sebastian.

The Evil Within 2 sarà disponibile dal 13 ottobre per Xbox One, PlayStation 4 e PC.

Giovanni Damiano

SEO WEB COPYWRITER: Recensore, Tester, Blogger e Youtuber, appassionato di Tecnologia e Intrattenimento videoludico

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato